Ossigeno da Milano  per il lago di Annone
La superficie del lago semicoperta dalle castagnole

Ossigeno da Milano

per il lago di Annone

Dalla Regione i fondi per eliminare le sostanze che “soffocano” il bacino

I soldi della Regione, sono arrivati: 345.000 euro esatti. Precisamente ciò che i Comuni rivieraschi, in accordo con la Provincia, avevano chiesto. Serviranno per il risanamento del ramo di Civate del lago d’Annone.

Si potrà, quindi, attuare il progetto per intrappolare il fosforo sul fondale. Il budget era stato stimato dalla Provincia stessa, sulla base dello studio dei biologi Gabriele Borsani e Alberto Negri, e dell’ingegnere Lorenzo Negri.

I Comuni rivieraschi (oltre a Civate, anche Galbiate, Oggiono, Annone e Suello) nelle scorse settimane avevano firmato con Villa Locatelli un accordo di programma per la gestione dei fondi, 210mila dei quali (soggetti a ribasso in fase di appalto) per i lavori veri e propri. Altri 35mila euro andranno per le progettazioni e circa 60mila in tutto per Iva; poi, la gestione dell’impianto ne richiederà circa 75mila l’anno, fino al risanamento.

Il problema da risolvere è quello dell’inquinamento delle acque, anche da metalli pesanti, che si protrae da decenni.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA