“Metastasi”, la sentenza è definitiva  «Dimissioni. Non resta altra strada»
L’ex sindaco Marco Rusconi all’uscita del tribunale

“Metastasi”, la sentenza è definitiva

«Dimissioni. Non resta altra strada»

Olivo Valsecchi, di Forza Italia, attacca e chiede l’azione civile per i danni

«Una macchia indelebile per Valmadrera. È il fallimento di tutto il gruppo di amministratori»

Dopo la sentenza definitiva sull’inchiesta “Metastasi”, adesso «dimissioni»: a invocarle è il consigliere d’opposizione Olivo Valsecchi (Forza Italia), oltre a chiedere i danni: «Da alcuni giorni – ricorda - è stata confermata all’ex sindaco Marco Rusconi la condanna per turbativa d’asta. A Valmadrera c’è ora una certezza con la quale la giunta comunale dovrà fare i conti, prendendo quella decisione che, tra un imbarazzo e l’altro, ha rinviato: l’azione civile per i danni subiti dalla comunità è una possibilità e non un obbligo, ma i cittadini e i contribuenti guardano tutti in direzione del sindaco.

Che cosa farà? «Per quanto mi riguarda – afferma Valsecchi - non è solo una questione solo di soldi, bensì anche di carattere politico e morale: questa è una macchia indelebile nella storia della città .Emerge in tutta la sua evidenza – incalza Valsecchi - la totale inaffidabilità dei nostri governanti il cui fallimento, così grave e conclamato, esige una sola reazione: le dimissioni in blocco».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA