La ricercatrice premiata  Altro cervello all’estero
La ricercatrice Eliana Vassena, a destra, premiata dal sindaco Donatella Crippa

La ricercatrice premiata

Altro cervello all’estero

L’applauso di Valmadrera alla concittadina Eliana Vassena

«Nessuna intenzione di rientrare, ma grande stima per chi rimane qui»

Una mente brillante, un altro cervello emigrato all’estero, con «nessuna intenzione di rientrare».

Eliana Vassena, 29 anni, è la valmadrerese nel novero dei migliori, premiati dal Consiglio europeo delle ricerche; l’“Erc Consolidator Grants” ha acceso pochi giorni fa la miccia di una polemica internazionale: il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha, com’è noto, ritenuto l’elevata percentuale di connazionali «un’ottima notizia per la ricerca italiana», suscitando la reazione di Roberta D’Alessandro: «Non si vanti dei nostri risultati; l’Italia non ci ha voluto».

Eliana Vassena, finora impegnata in un dottorato di ricerca alla Ghent University in Belgio e in procinto, col premio, di proseguire in Olanda la ricerca, conferma: «Non c’è paragone tra lavorare all’estero e in Italia, dove si annoverano un paio di centri d’eccellenza in tutto, mentre la regola è: limitatissima disponibilità di risorse e strumentazioni; bassa remunerazione; inoltre, il titolo non è riconosciuto: in Belgio, invece, il dottorato vale anche sul mercato privato».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola sabato 20 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA