La fiera mondiale del cacao  Impianti lecchesi in vetrina
Luigi e Giuseppe Turla guidano la calolziese Gsr, che produce impianti di pressatura del cacao

La fiera mondiale del cacao

Impianti lecchesi in vetrina

La calolziese Gsr presenterà le sue linee di pressatura, «Con la qualità siamo cresciuti fino a diventare leader del mercato»

Il conto alla rovescia è già iniziato: la terza edizione della World Cocoa Conference, la conferenza mondiale dedicata al cacao, prenderà il via nell’arco di pochi giorni e tra i protagonisti ci sarà anche un’azienda lecchese, la Gsr di Calolziocorte.

Si tratta di un appuntamento attesissimo dai tanti operatori legati per lavoro o per passione al cosiddetto “cibo degli Dei”, programmato nella Repubblica Dominicana da domenica 22 a mercoledì 25. Sarà qui, dunque, che la realtà calolziese calcherà il palcoscenico internazionale nei panni di sponsor a fianco del gruppo svizzero Bühler.

«Insieme – hanno spiegato -, scenderanno in campo in nome di Bühler Barth Germany, una divisione del colosso svizzero che, grazie a questa partnership di lunga data, è stata in grado di sviluppare tecnologie avanzate per processare il cacao, basate su tecnologie all’avanguardia e in grado di fornire soluzioni ottimizzate per l’industria del processo di cacao».

L’evento dominicano avrà per protagonisti esperti e addetti ai lavori, ma anche consumatori provenienti da tutto il mondo. Gli organizzatori stimano la presenza di oltre un migliaio di partecipanti, con i quali sarà possibile fare business, confrontarsi sulle tematiche del settore, stringere nuovi accordi e fare network.

Tra chi avrà modo di entrare in contatto con i più influenti stakeholder, condividere esperienze e competenze e sviluppare la propria rete ci sarà dunque la Gsr Cocoa Machinery, che dal 1992 (anno della nascita) ad oggi si è specializzata nella progettazione, realizzazione e collaudo di linee di pressatura del cacao.

«La società sta continuamente generando valore aggiunto nel campo delle macchine per la pressatura del cacao, stabilendo nuovi standard globali. Oggi è leader mondiale del mercato grazie alla sua qualità e competenza. Dalla sua sede di Calolzio gestisce l’intero processo di progettazione, realizzazione ed assistenza, ma anche la manutenzione e l’upgrade non solo delle sue linee di pressatura».

L’azienda guidata da Luigi Turla (managing director) e Giuseppe Turla (general manager), dunque, sarà in scena insieme al gruppo svizzero di fama internazionale con il quale ha messo a punto processi efficienti garantiti lungo tutta la catena di produzione, spaziando dalla pulizia e pre-trattamento dei chicchi di cacao all’alcalizzazione, tostatura e macinazione, fino ad arrivare alla produzione di liquore, polvere e burro di cacao. «BBAR è una tecnologia che assicura nel mercato la più alta qualità di prodotto con la massima resa, riuscendo ad esaltare più di 500 componenti di sapore presenti nel cacao».


© RIPRODUZIONE RISERVATA