La ciclopedonale mette d’accordo tutti
Oggiono e Galbiate uniscono le forze

Greenway Votata in consiglio comunale all’unanimità la convenzione per accedere al bando Cinque milioni di euro per concludere l’anello ma anche per sistemare il piazzale della stazione

La ciclopedonale mette d’accordo tutti Oggiono e Galbiate uniscono le forze
Si punta a concludere l’anello intorno al lago della passeggiata

«Il tormentone dell’anello intorno al lago, da finire, mi ha rotto: questa è finalmente la soluzione ottimale per venirne a capo»

Irrituale, ma efficace, la dichiarazione di voto del capogruppo di maggioranza, Claudio Castelli , l’altra sera in consiglio comunale ha sorprendentemente trovato concorde anche il rappresentante di minoranza della Lega, Ferdinando Ceresa ; tutti a favore, alla fine, sulla convenzione con Galbiate (capofila) per concorrere all’assegnazione di 5 milioni di euro sul piano nazionale Pnrr, passata in aula all’unanimità.

Opera incompiuta

I fondi saranno finalizzati, appunto a risolvere più di un problema; oltre alla questione annosa dell’anello infinito attorno al lago (come ricordato da Castelli) c’è infatti la riqualificazione del piazzale della stazione ferroviaria di Oggiono, quello di Sala al Barro e, sempre in territorio di Galbiate, l’autostazione degli autobus, situata in centro. In sostanza «il collegamento sia ciclabile, sia intermodale di tutto questo territorio», lo ha descritto il sindaco di Oggiono, Chiara Narciso , in consiglio. Quest’ultima ha altresì precisato: «L’adesione a questo accordo non preclude il nostro coinvolgimento nell’altra iniziativa, di compartecipazione coi Comuni rivieraschi a una progettazione condivisa della medesima ciclabile per accedere a diversi bandi e finanziamenti, ma questa occasione offerta dal Pnrr, per una somma tanto rilevante, era una opportunità che non potevamo rischiare di perdere».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 30 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA