Il Lavello è rinato: festa con le famiglie
Le borse di studio alla meglio gioventù

Calolziocorte Il monastero finalmente gremito per la consegna dei riconoscimenti ai ragazzi

Il Lavello è rinato: festa con le famiglie Le borse di studio alla meglio gioventù
Il cortile del monastero animato dagli studenti e dalle famiglie

Ieri sera il Monastero del Lavello è tornato a riempirsi di ragazzi e famiglie.

L’occasione di ritrovarsi tutti insieme in uno dei luoghi più belli della città è stata offerta dall’amministrazione comunale che ha scelto il Lavello per la consegna delle borse di studio ai ragazzi più meritevoli; nella stessa serata, ha premiato anche quelli che hanno presentato i migliori lavori al concorso “Calolziocorte a colori”, intitolato a Lisa Amicarella.

Premi, congedi e memorie

A consegnare i premi, alla presenza del dirigente scolastico Maurizio Canfora, che ha raggiunto la pensione e che presto sarà sostituito, è stato il sindaco Marco Ghezzi che ha sottolineato come, attraverso il premio, si intenda spronare i ragazzi a fare sempre meglio. «L’auspicio - ha detto - è che questo piccolo riconoscimento possa aiutare i nostri ragazzi a crescere ancora».

La professoressa Patrizia Milani, presidente della commissione che ha valutato i lavori del concorso dedicato alla ex dipendente del Comune, scomparsa prematuramente a 48 anni, ha ricordato Nevio Lo Martire, ex presidente, i cui funerali si sono svolti l’altro giorno, e invitato sul palco per la consegna dei premi anche il marito e il fratello di Amicarella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA