Gare a chi sfiora meglio le auto in corsa

Gare a chi sfiora meglio le auto in corsa

Garlate: gruppi di giovani segnalati in Comune: organizzano sfide notturne che mettono a repentaglio la vita

Attraversano la strada mettendosi in salvo all’ultimo secondo o fingono di cadere spaventando gli automobilisti

C’è chi fa la gara a sporgersi di più sulla Provinciale per arrivare a sfiorare le auto in transito. C’è chi sfida gli amici ad attraversare la strada, mettendosi in salvo all’ultimo secondo. E chi si diverte a spaventare automobilisti e motociclisti facendo finta di cadere sulla carreggiata, proprio mentre questi transitano.

Sono preoccupanti le segnalazioni che da giorni stanno arrivando al sindaco Giuseppe Conti, ma anche alla Polizia intercomunale di Pescate e Garlate e ai Carabinieri. Segnalazioni che parlano di ragazzi giovanissimi del paese che si divertono con sfide pericolose. Forse prove di coraggio che in realtà sono giochi da brividi che rischiano di mettere in grave pericolo la loro incolumità e quella delle tante persone che attraversano a bordo di veicoli, il paese.

Queste sfide adrenaliniche e incoscienti avverrebbero sempre di sera e di notte. Principalmente lungo la Provinciale, in corrispondenza dell’attraversamento pedonale che porta all’area del fast food e del parco a due passi dal lago. Una delle strade più trafficate della Provincia di Lecco e che è spesso teatro di innumerevoli incidenti, anche mortali. Ma altre segnalazioni parlano di sfide che avvengono in pieno giorno, nelle vie interne del paese.

In queste ultime settimane, i casi sembrano essere aumentati.

Le conferme

Come conferma il primo cittadino: «Il fenomeno era stato segnalato anche l’anno scorso, ma sembra che sia ritornato con nuove sfide preoccupanti». E spiega: «Mi sono stati riferiti diversi episodi che vedrebbero protagonisti ragazzi giovanissimi del paese, ma che non sono mai stati identificati. I testimoni parlano di giochi pericolosi fatti a bordo strada. Ad esempio sono stati visti alcuni ragazzi che si sporgevano a bordo strada per arrivare a sfiorare le vetture in transito. Altri hanno visto giovani che mentre attraversavano la strada, facevano finta di cadere o di perdere l’equilibrio, proprio mentre la vettura che si è fermata in corrispondenza delle strisce pedonali, si rimetteva in moto».

Di notte

Come detto le testimonianze raccolte parlano di fatti che si verificherebbero in prevalenza di notte.

«Questi giochi folli vengono fatti nelle ore buie, ma non solo. Infatti altre segnalazioni che ci sono pervenute, riferiscono di episodi simili che si svolgono di giorno e nelle vie del centro. In particolare ad opera di ragazzi in sella a bici, che spaventano i guidatori con manovre azzardate e andamenti a zig zag e finte cadute».

Tutte queste testimonianze sono state inoltrate alla Polizia locale gestita in convenzione con Pescate e alla stazione dei Carabinieri di Olginate e l’invito dell’amministrazione comunale è quello di segnalare immediatamente alle Forze dell’ordine, questi gesti.

«Al momento non sembra che gli autori di queste sfide, siamo mai stati beccati sul fatto e nemmeno identificati. Sarebbe interessante oltre a identificarli, capire anche cosa li spinga a rischiare la vita in questo modo e con giochi così pericolosi che possono mettere a rischio anche la vita di altre persone».

Ultimamente in paese si sono verificati diverse situazioni di disordini e problemi di convivenza proprio a causa del comportamento scorretto di alcuni giovani del paese e non solo.

Il parco

Ad esempio L’amministrazione comunale è arrivata a minacciare la chiusura del parco con campo da calcetto e da basket perché la presenza di giovanissimi causava disturbo alla quiete pubblica e litigi tra comitive. Ora però si è alzato il tiro e i problemi riguardano pericolosi giochi con la morte.

«Potrebbe essere che con quello che hanno passato in questi mesi di lockdown, i ragazzi siano super carichi, ma è chiaro che queste sfide rischiose debbano assolutamente cessare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA