Galbiate, i volontari della Cri «Sede usata come pattumiera»
Un volontario della Croce rossa al lavoro a Galbiate per ripulire l’area della sede

Galbiate, i volontari della Cri
«Sede usata come pattumiera»

La rabbia dei soccorritori costretti a pulire

«Sono i ragazzi che bivaccano qui alla sera»

Dilagano inciviltà e incuria, ai quattro angoli del territorio. A Galbiate, il caso forse più eclatante: i volontari della Croce rossa si sono ridotti, la domenica, a svolgere anche il ruolo di spazzini, davanti alla sede situata nelle vicinanze dell’autostazione, dove già in passato erano stati segnalati i bivacchi dei giovani, quasi tutte le sere ma, specialmente, in quelle del weekend.

«Nel turno domenicale – dicono i soccorritori – eseguiamo dapprima il consueto controllo dell’ambulanza, poi la pulizia davanti e dietro la sede: troviamo di tutto, dalle lattine, alle bottiglie di birra; dalle cartacce, ai pacchetti di sigarette vuoti e persino gli assorbenti usati. Ci chiediamo se costoro utilizzino anche il giardino di casa propria come una pattumiera; veramente, non ci sono parole».

Pattume ovunque e schiamazzi fino a tardi: non si sono raggiunti, quest’anno, i picchi del passato – quando il centro medico di via Primo maggio fu vandalizzato – ma la situazione suscita sempre indignazione e proteste. La struttura, che si affaccia su una parte di piazza Golfari, è meta ogni giorno degli utenti della palestra riabilitativa e dei servizi territoriali dell’azienda sanitaria Ats; inoltre, è sede appunto della Croce rossa: lo spettacolo è, dunque, sotto gli occhi di molti.

Il dito viene puntato nuovamente contro i giovani che si riuniscono tra piazza Golfari e i giardinetti, ma si radunano anche sotto i porticati, dove trovano riparo nelle serate di maltempo. Altri episodi vengono segnalati in tutto il paese, tra cui sacchi di pattume indifferenziato nel parcheggio della centralissima via Pietro Custodi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA