Elettricista folgorato da una scarica

Annone Brianza Infortunio mortale sul lavoro nel tardo pomeriggio di ieri alla Frigerio Marmi Enrico Pedretti, 51 anni, di Oggiono, stava lavorando a un quadro elettrico collegato alla cabina Enel

Elettricista folgorato da una scarica
I mezzi di soccorso davanti alla Frigerio Marmi di Annone dove è avvenuto l’infortunio mortale
(Foto di Bartesaghi)

Ennesimo incidente mortale in provincia di Lecco. Nel tardo pomeriggio di ieri, Enrico Pedretti, elettricista di 51 anni residente a Oggiono, ha perso la vita dopo essere rimasto folgorato ad Annone Brianza, mentre stava lavorando a un impianto aziendale collegato a una cabina elettrica.

L’uomo, dipendente della ditta Cs Elettric Impianti di La Valletta Brianza, specializzata negli impianti elettrici civili, terziari e industriali, stava effettuando un intervento nel piazzale esterno dell’azienda Frigerio Marmi e Graniti di via Pascoli, impresa situata nell’area industriale alle porte del comune annonese, quando è avvenuto l’incidente.

Privo di sensi

Erano quasi le 18 e il professionista stava compiendo un intervento a un quadro elettrico collegato con la cabina che dà direttamente sulla strada.

Per cause ancora da chiarire e che dovranno essere approfondite nelle prossime ore, un’improvvisa scarica elettrica ha investito l’elettricista, rimasto così a terra privo di sensi in arresto cardiaco. Immediata la chiamata al 112 con l’intervento dell’elisoccorso, giunto dalla base di Villa Guardia a Como e atterrato nella grande area verde di fronte all’azienda, e dei volontari dell’ambulanza di Sos Canzo. Il lavoratore oggionese è stato rianimato a lungo e, dopo una cinquantina di minuti dal momento in cui è avvenuta la folgorazione, è stato trasportato in codice rosso, in condizioni gravissime, al pronto soccorso dell’ospedale di Lecco. La scelta della centrale operativa di Areu (Agenzia regionale emergenza e urgenza) è stata quella di effettuare il trasferimento via ambulanza, mentre l’elettricista era costantemente monitorato e assistito dall’equipe medica del 112. Le sue condizioni si sono rivelate troppo gravi e quando è in ospedale è stata costato il decesso.

I soccorsi sul posto

Alla Frigerio Marmi sono intervenuti anche i Vigili del fuoco giunti dal comando di Lecco e dal distaccamento di Valmadrera e i tecnici della società che fornisce l’energia elettrica che hanno lavorato per mettere in sicurezza la zona e l’impianto elettrico. Presenti anche i responsabili della Cs Elettric Impianti, realtà con una lunga esperienza nel settore.

I carabinieri della stazione di Oggiono hanno raccolto le testimonianze dei presenti, mentre spetterà ora ai tecnici di Ats Brianza, ente che ha competenza sugli incidenti sul lavoro, ricostruire le cause che hanno portato alla folgorazione e accertare eventuali responsabilità. Ancora da comprendere se si sia trattato di una fatalità, di un errore o di un malfunzionamento.

Quel che è certo è che si tratta dell’ennesimo infortunio mortale che avviene nel nostro territorio. Solo una settimana fa a perdere la vita, in un’azienda di Introbio, era stato l’operaio moldavo Ion Cojocaru, 58 anni residente a Baiedo di Pasturo, finito a terra per un malore e poi investito da un camion.

© RIPRODUZIONE RISERVATA