Civate, raro grifone   avvistato sul Cornizzolo
L’esemplare di grifone fotografato dall’appassionato di volo libero

Civate, raro grifone

avvistato sul Cornizzolo

Un membro del Parapendio club Scurbatt di Suello è riuscito a fotografare il bellissimo esemplare

L’incontro ravvicinato risale al fine settimana e questa volta l’appassionato è riuscito a sincerarsi della specie

In passato erano presenti in gran parte del bacino del mediterraneo e nell’Europa centrale, ma attualmente, i grifoni in Italia sono quasi estinti.

Qualche esemplare sopravvive in Sardegna e si stanno avviando dei progetti di reintroduzioni. Per questo l’avvistaento di un bellissimo esemplare di questa specie di avvoltoio, è qualcosa di straordinario. Ed è proprio quello che ha pensato un esperto di parapendio e componente del “Parapendio Club Scurbatt” di Suello, quando nei giorni scorsi si è trovato a volare vicino a uno di questi rari e giganteschi volatili.

«Venerdi scorso ero in volo col parapendio sul monte Cornizzolo, - ci ha raccontato - mi trovavo ad una quota di circa 1200 metri, quando ho notato un grifone che volava sotto di me, sfruttando la stessa termica, ovvero una corrente calda, ascensionale».

Il racconto dettagliato dello sportivo e altre foto, nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 4 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA