Calolzio: «Tamponi rapidi  per bambini da 0 a 6 anni»
Il “drive through” del Bione modello di riferimento per tamponi pediatrici al Fabbricone di Calolzio

Calolzio: «Tamponi rapidi

per bambini da 0 a 6 anni»

È un progetto in corso di valutazione tra Comune e Ats

su richiesta di alcuni pediatri di base, come dice il sindaco

Ora le vaccinazioni anti influenzali per gli over 65 (solo con appuntamento) e in futuro un punto tamponi dedicato ai bambini, su richiesta di alcuni pediatri.

In attesa di essere utilizzato come sede del comando di Polizia locale della città e come sala civica al piano superiore, il Fabbricone che in passato era la mensa dell’allora Sali di Bario, si mette a disposizione per la salute di anziani e bambini.

Mentre prenderà il via proprio oggi, sabato, la campagna vaccinale antinfluenzale rivolta a circa 3 mila calolziesi over 65 pazienti di dei medici di medicina generale della città, Giovanni Locatelli, Rosalia Cavenago, Elisa Di Gennaro, Sonia Rivetta e Sara Lauriola, il sindaco Marco Ghezzi e l’assessore ai servizi sociali Celestina Balossi stanno già pensando al prossimo possibile servizio: collaborare con alcuni pediatri per realizzare un punto tamponi rapidi esclusivamente pediatrico.

Come rivela il primo cittadino: «Finita la campagna vaccinale non si esclude che il Fabbricone possa essere trasformato in un punto tamponi rapidi, qualcosa come il “drive through” allestito al Bione». A chiederlo sarebbero alcuni pediatri della città.

«Non è ancora deciso, si stanno facendo tutte le valutazioni del caso con Ats e con 4-5 pediatri. Se si riuscisse ad attivare sarebbe infatti rivolto solo ai bambini, probabilmente di età compresa tra 0 e 6 anni. Ma anche questo punto sarà da definire». L’amministrazione sta lavorando in questa direzione perché porterebbe in città un servizio molto utile e permetterebbe soprattutto di alleggerire l’ospedale. «Ripeto, siamo ancora in fase interlocutoria, ma noi abbiamo garantito la nostra totale disponibilità. Se si concretizzerà lo faremo subito sapere».

Il sindaco si è soffermato sulla campagna vaccinale anti influenzale. «Innazitutto ci tengo a ringraziare pubblicamente l’ assessore Dario Gandolfi e il vicesindaco Aldo Valsecchi per essersi adoperati in mille modi per preparare lo stabile affinché fosse pronto per accogliere il piano vaccinale. Hanno seguito i lavori e si sono occupati di fornire tutto il necessario. Altresì ringrazio l’assessore Celestina Balossi per aver organizzato con i medici che si sono resi disponibili questa campagna vaccinale che coinvolgerà tantissimi cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA