«Voglio la serie C

con lo scudetto sulla maglia»

Calcio. Il presidente Paolo Di Nunno potrebbe non esserci a Foligno e punta tutto sulla finale a Perugia. «Alla Lega avevo proposto di giocare col mio Lecco a Cesena, avremmo avuto tutti più spettatori, niente da fare»

«Voglio la serie C con lo scudetto sulla maglia»
Il presidente Paolo Di Nunno alla festa per la promozione del Lecco in serie C

Si avvicina il gran giorno. Cesena-Lecco venerdì alle 15,30 deciderà la prima finalista della Poule Scudetto 2018-19. E il presidente Paolo Di Nunno annuncia che non ci sarà. Forse. Ma punta tutto su domenica 2 giugno, data della finale di Perugia.

Insomma, se non dà per scontata la vittoria contro i bianconeri, poco ci manca. Eccesso di ottimismo? Non solo. «Non vado per questioni di lavoro e anche perché sono un po’ deluso dalla Lega. Ho proposto alla Lega di giocare questa semifinale a Cesena. E cosa mi rispondono? Mi mandano in mezzo alle colline umbre. Stiamo scherzando? Io avevo fatto richiesta per andare a Cesena, anche se, certo, ci sarebbe piaciuto ospitare il Cesena al Rigamonti-Ceppi, invece ci mandano a 500 chilometri, a più di sei ore di viaggio, dove ci saranno pochissimi tifosi nostri e pochissimi di Cesena».

In effetti, dato per scontato che il Cesena non avrebbe accettato lo spostamento a Lecco, la sede di Cesena sarebbe stata molto più comoda anche per i tifosi del Lecco. Ma la Lega ha detto “Niet”. Di Nunno poi riflette: «Mancherà Nicola Segato, che è una pedina importante. Lisai è convocabile e si sta allenando. Penso poi possa giocare al suo posto. Restiamo competitivi anche senza Segato. Abbiamo visto a Como cosa sappiamo fare, fino a quando siamo in 11 contro 11».

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale sulla Poule Scudetto di serie D, su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 30 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA