Tre giornate a Roselli  Una a mister Delpiano
L’espulsione di Roselli

Tre giornate a Roselli

Una a mister Delpiano

Calcio serie D. Mano pesante del giudice sportivo col Lecco dopo il pareggio col Ciliverghe

Lecco

Non solo l’arbitro di Lecco-Ciliverghe, Marco Bodini di Verona ha scontentato tutti, ma ha anche dato origine a una maxi squalifica, nel referto relativo all’espulsione di Fabio Roselli, “reo” di aver litigato con la panchina del “Cili” per aver festeggiato (ed essere corso oltre la panchina avversaria per raggiungere Merli Sala), al pari.

Roselli è stato squalificato per tre giornate con una motivazione sorprendente: “Per avere a gioco fermo e fuori dal terreno di gioco colpito con un pugno al volto un calciatore avversario in panchina”. Cosa che, evidentemente, ha visto solamente l’arbitro, anzi, il guardalinee Andrea Gatti di Gallarate che ha segnalato l’episodio al direttore di gara. Fosse davvero successa una cosa del genere, naturalmente, Roselli si meriterebbe la squalifica per intero. Ma è improbabile per un semplice fatto: in un caso del genere si sarebbe accesa una mega rissa che, invece, praticamente non c’è stata.

La beffa continua con la squalifica per una giornata di mister Alessio Delpiano espulso per aver lasciato la propria area tecnica.

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale dedicata alla serie D, su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 16 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA