Tornerà il pubblico  negli stadi di provincia
Sondrio-Tritium 1-1 poco prima dello stop. La ripresa è piena d’incognite per squadra e pubblico

Tornerà il pubblico

negli stadi di provincia

Calcio. Massimo mille spettatori all’aperto, 200 al chiuso. Porte chiuse in D almeno inizialmente

E’ più vicina l’effettiva ripartenza del calcio e di tutto lo sport dilettantistico: a livello federale erano già sta fissate le date per l’inizio dei campionati della nuova stagione (27 settembre), ma permanevano forti dubbi legati anche a un protocollo sanitario attuabile, economicamente e concretamente, dalle società.

La Lega nazionale dilettanti, nel consiglio direttivo dello scorso 6 agosto ha sottolineato come è pronta a presentare alla commissione medica un proprio protocollo, differente da quello in vigore per le squadre e le competizioni professionistiche.

Il Dpcm stabilisce che sarà consentita anche la partecipazione del pubblico per un massimo di mille spettatori all’aperto e di 200 al chiuso per gli eventi a carattere territoriale. Confermate però tutte le misure in ordine a distanziamento, mascherine, corretta areazione dei locali al chiuso e obbligo di misurazione della temperatura.

Per gli eventi di carattere nazionale resta per il momento l’obbligo delle porte chiuse. Dunque, in serie D almeno inizialmente stadi senza pubblico.

Tutti i dettagli negli ampi servizi su “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 10 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA