«Sabbia nei serbatoi,   saldati nel deserto»
Teto Adamoli in pieno deserto tra i relitti di mezzi abbandonati nella sabbia

«Sabbia nei serbatoi,

saldati nel deserto»

Motociclismo. Il campione Fulvio “Teto” Adamoli nel lontano 1979 partecipò alla Abidjan-Torino come premio. «Avevo vinto il titolo italiano di trial nel 1978, fu un’avventura, niente tecnologia e ci rubatono anche il furgone»

«Non vorrei essere preso per polemico, riguardo la Dakar, la gara che da una decina di anni si corre in Sudamerica. Non c’è mai nulla di facile, ma rispetto ai veri raid motoristici, oggi con l’aiuto del road-book tutto è più “facile”. Forse i veri temerari e pionieri di queste sfide sulla sabbia del deserto, erano quelli che correvano senza aiuti delle tecnologia».

Queste le parole del campione di trial Fulvio Adamoli che nel 1979 partecipò alla Abidjan-Torino, gara partita dalla Costa d’Avorio con destinazione il capoluogo piemontese con un percorso totale di circa 10.800 chilometri.

E così il Teto - come da sempre è chiamato il campione di Premana - ricorda che lui ha fatto questo raid ma che non ci proverebbe mai più. Quella fu una vera avventura.

Il racconto completo nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 27 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA