Rissa in campo, tre squalifiche  Per la Gordon anche una multa
Al coach Meneguzzo due giornate per le proteste

Rissa in campo, tre squalifiche

Per la Gordon anche una multa

Le decisioni del giudice sportivo per il finale con Reggio Emilia

Due giornate al coach per proteste, quattro a Caversazio e De Bettin

Risultato sul campo (67-53 conseguito a 3’30” dalla fine con gara sospesa) omologato, tre tesserati dell’Npo Gordon squalificati (per complessive dieci giornate), 200 euro di multa alla società “per offese collettive frequenti del pubblico ospite agli arbitri” e una gragnola di ammonizioni – sempre biancoblu - che però (per fortuna) non porteranno a ulteriori defezioni per le prossime (decisive) gare di Olginate in lotta per la salvezza.

Questo un primo bilancio “da bollettino di guerra”, dopo la rissa dei minuti finali sul parquet di Scandiano per Bmr 2000 Reggio Emilia-Olginate, sfida valida per la 14esima di andata di serie B, acceso scontro diretto per la salvezza. Ieriil verdetto tanto temuto del giudice sportivo della Lega Professionisti, dopo la rissa scoppiata per un contrasto fra l’ala Caversazio e la guardia emiliana Gatto . Due giornate di squalifica per il coach Massimo Meneguzzo che, al momento della rissa, era già stato espulso per proteste e che “proseguiva nelle proteste e non abbandonava il terreno di gioco ma entrava in campo minacciando il primo arbitro”; quattro giornate a Edoardo Caversazio perché “dopo aver spintonato l’avversario (Gatto), lo colpiva in volto con un pugno, e proseguiva nell’aggressione anche successivamente, nonostante l’intervento dei componenti della panchina, entrati in campo per sedare gli animi ...” e altrettante al play titolare Federico De Bettin: “per aggressione nei confronti dell’avversario (Gatto), iniziata dapprima con un pugno in volto, e poi successivamente, proseguita nonostante l’intervento dei compagni e dei componenti della panchina...”.

Semplici ammonizioni per il centro Tagliabue (solo spintonato con Gatto) e ai Marinò, Butta, Musocco, Carella, Marchetti e ai componenti dello staff: il preparatore Castagna e l’assistente Vitelli, scesi sul parquet per sedare lo scontro. Ora? Olginate ha 24 ore per fare istanza di reclamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA