Olginatese, gara della svolta  Deve battere il Darfo Boario
Il capitano Mario Rebecchi il grande dubbio dell’Olginatese (Foto by Foto Cardini)

Olginatese, gara della svolta

Deve battere il Darfo Boario

I bianconeri vogliono uscire subito dalla zona calda. Si troveranno contro l’ex centrocampista Arioli

Si torna a giocare in casa e si torna a inseguire la vittoria. Dopo il passo falso di Seregno, dove comunque la prestazione complessiva dei bianconeri non è mancata, l’Olginatese ritorna a giocare tra le mura amiche per la delicata sfida salvezza contro il Darfo Boario (ore 15).

Reduci da due vittorie interne consecutive che hanno ridato vigore alla squadra e a tutto l’ambiente, i bianconeri proveranno a far valere il vecchio detto del “non c’è due senza tre” nel match di oggi pomeriggio, contro un avversario attardato di un solo punto in classifica.

Undicesima a quota sette punti, l’Olginatese ha due strade da prendere: la prima porta verso le zone nobili della classifica e necessita di un successo nel match di odierno, l’altra rischia di far precipitare di nuovo la squadra nei bassifondi e potrebbe essere la conseguenza di una sconfitta.

Mister Fabio “Gatto” Corti dovrà fare a meno dello squalificato Molinelli (che tra l’altro si è pure infortunato in settimana) e forse anche di Rebecchi, cui potrebbe essere concesso un turno di riposo dopo le ultime partite giocate in precarie condizioni per un problema fisico.

Per sostituire il capitano è pronto Stefano Santoni, mentre negli altri reparti la formazione non dovrebbe variare rispetto a quella che bene ha fatto nelle ultime due settimane.

Dall’altra parte del campo, gli olginatesi non solo ritroveranno un ex molto legato ai colori bianconeri come Giovanni Arioli (l’ultima stagione e mezza a Olginate), ma anche due calciatori protagonisti in passato nei maggiori campionati italiani.

Due pagine di presentazione sulla giornata in serie D su La Provincia di Lecco in edicola domenica 16 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA