Nuoto, 4 medaglie agli italiani

È passato il ciclone Pirovano

La brianzola nella categoria Ragazzi è oro record nei 400 misti e 200 rana - L’argento nei 100 farfalla e stile libero - Bravi gli altri lecchesi. Ampio servizio su La Provincia di Lecco di domenica 10 agosto

Nuoto, 4 medaglie agli italiani È passato il ciclone Pirovano
Anna Pirovano, al centro nella foto, con l’oro al collo

La settimana a Roma dei Campionati Italiani Giovanili estivi si chiude nel week end con i tricolori riservati alla categoria Ragazzi. Protagonista annunciata sin dalle prime gare è stata Anna Pirovano, atleta di Castello Brianza tesserata per la Vittoria Alata che ha conquistato già quattro medaglia, due d’oro e due d’argento. La campionessa classe 2000 ha iniziato subito alla grande conquistando l’oro nei 400 misti e riuscendo a stabilire il nuovo primato italiano di categoria.

Ma andiamo con ordine e partiamo con la prima medaglia vinta da Anna nei 100 farfalla. Chiuse le batterie di qualificazione della mattina in quarta posizione con il tempo di 1:04.37, nella finale del pomeriggio arriva il secondo posto in 1:02.79, dietro solamente a Tania Quaglieri del team Modena Nuoto, vincitrice in 1:02.56. Neanche il tempo di festeggiare ed un’ora più tardi Pirovano entra nella storia del nuoto tricolore. Nella gara dei 400 misti la lecchese sale sul gradino più alto del podio e lo fa fermando il cronometro a 4:53.39, nuovo record italiano di categoria migliorando il 4:54.52 ottenuto da Laura Porchianello ben 19 anni fa.

Sabato Anna è tornata di nuovo in acqua vincendo un altro titolo nei 200 rana nuotati in finale in 2:36.79 dopo aver chiuso in mattinata quinta nelle qualificazioni con il tempo di 2:42.10.

A meno di un’ora di distanza, l’instancabile lecchese ha gareggiato in un’altra finale, quella dei 100 stile libero raggiunta grazie al tempo di 59.29 nelle batterie, secondo tempo tra tutte le partecipanti. Ancora una volta Anna non ha deluso le attese ed è salita sul podio vincendo la medaglia d’argento in 58.60.

Ampio servizio su La Provincia di Lecco di domenica 10 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA