Nessuno in casa  fa meglio del Lecco
Blucelesti scatenati nelle gare casalinghe

Nessuno in casa

fa meglio del Lecco

I blucelesti al comando della particolare graduatoria relativa ai punti conquistati a domicilio.

Primi in classifica? Questo è il sogno conturbante, ammaliante, quasi sexy, che non fa dormire, da domenica scorsa, i tifosi più tifosi tra i blucelesti.

Ma è anche già una splendida realtà. Il Lecco è primo nella classifica dei punti fatti in casa.

Il Rigamonti-Ceppi come il Colosseo: “Hic sunt Leones”, anzi aquile. Chi entra non si sa se esce (senza perdere). E chi entra, di sicuro, non se lo dimentica.

Pensate a cosa sarebbe stato questo stadio con la Nord ribollente di gioia e calore, con i Distinti schiumanti di rabbia e critiche (non solo per gli avversari) e la Tribuna traboccante di insulti (per tutto e per tutti). Insomma, sarebbe uno spettacolo.

Ma evidentemente anche i tifosi che non sono sugli spalti in qualche modo sono stati determinanti. Fatto sta che in 14 partite i blucelesti hanno collezionato ben 33 punti, pari a 2,37 punti ogni gara giocata tra le mura amiche. Se non è record poco ci manca.

Comunque è stata la miglior squadra di tutte, nel girone A della serie C. Dieci partite vinte, tre pareggiate e una sola persa. 28 gol fatti e solo 11 subiti con una differenza reti positiva di 17.

Dietro il Lecco, a tre punti le “bianche casacche” di Vercelli che al Silvio Piola hanno collezionato 31 punti in, però, 15 partite, con una media esatta di 2 punti a gara. Un bel po’ meno dei blucelesti. Per i piemontesi nove vittorie, quattro pareggi e due sconfitte.

E il Lecco deve ancora andare a Vercelli, mentre i bianchi piemontesi hanno già pagato la “legge” del Rigamonti-Ceppi.

Chissà il “Sciur” Mario (Ceppi) come se la starà godendo da lassù con il suo amico Mario Rigamonti…

Anche perché al terzo posto di questa classifica speciale, a 30 punti, c’è proprio il Como che è distante un derby (quello perso al Sinigaglia per 3-0) dal Lecco. Nove vittorie, tre pareggi e due sconfitte per i comaschi. Un risultato comunque eccezionale, ma da rincorsa…

A seguire un po’ tutte le altre. Il Renate in primis che al Città di Meda ha imposto la sua legge per 8 volte su 13 (tra le grandi è quella che ha giocato meno in casa), con due pareggi ma anche tre sconfitte.

Se il Renate ha 26 punti, la Juventus U23 ne ha fatti 25 al Moccagatta di Alessandria, suo stadio d’elezione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA