Magonara il “roccioso”   consuma la fascia
Magonara, qui in azione in Coppa Italia contro la Folgore Caratese

Magonara il “roccioso”

consuma la fascia

Calcio serie D. Il terzino sinistro bluceleste, classe 1999 da Angera, sta acquisendo sempre più personalità nel ruolo. Fezzanese sconfitta ieri in casa dal Bra (0-2) ma resta una squadra da prendere con le pinze visto il sesto posto

Durante l’amichevole di giovedì con il Cormano di Promozione (11 a 1 per il Lecco), David Magonara da Angera caracollava sulla fascia come non avesse mai fatto altro nella sua carriera.

Sta acquistando sempre più personalità il che, per un classe 1999, è segnale di crescita e fiducia. Difensore dotato fisicamente, roccioso (come la famosa Rocca del suo paese natìo), ma anche veloce, il terzino sinistro bluceleste, “reinventato” in questo ruolo per l’assenza da inizio torneo di Stefano Ruiu, è oramai inamovibile.

Ma la partita contro la Fezzanese necessita di energie sempre nuove anche se i “verdi” giovedì sono stati inopinatamente battuti in casa 0 a 2 dal Bra: «Io sono pronto a far battaglia sempre - esordisce l’esterno basso bluceleste - Penso sia normale. Alla fine è un campionato difficile e per questo tutti dobbiamo essere al massimo».

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale dedicata alla serie D, su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 2 novembre. Nello stesso numero le partite di Coppa Italia delle squadre lecchesi d’Eccellenza e Seconda categoria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA