Locatelli e il Sassuolo
ripartiti col turbo

Calciatori lecchesi e valtellinesi. Il galbiatese della Nazionale stravince il confronto (1-4) col neopromosso Spezia di Turati. Il meratese Barlocco e il chiavennasco Pasini vedono perdere il loro Vicenza contro il Venezia

Locatelli e il Sassuolo ripartiti col turbo
Locatelli in azione, a destra, in Spezia-Sassuolo conclusasi con un sonante 1 a 4

Anche quest’anno, con l’inizio dei campionati, pur tra tutte le incertezze del caso, riparte anche la nostra rubrica dedicata ai calciatori lecchesi e valtellinesi sparsi in giro per lo Stivale.

Partenza con la serie A e con il Sassuolo del centrocampista di Galbiate, Manuel Locatelli, lui ha vinto la sfida a distanza con l’allenatore in seconda dello Spezia, Marco Turati da Oggiono - in terra ligure i neroverdi ospiti hanno maramaldeggiato imponendosi con un netto 1-4.

Bene Locatelli vicino alla segnatura in due circostanze, la prima sull’1-1 quando un suo tiro si è infranto sul palo, la seconda al 90’ circostanza in cui il ragazzo si è visto respingere dal portiere una conclusione che pareva destinata al gol: 6,5 il suo voto in pagella.

In Inter-Fiorentina 4-3, in panchina con i nerazzurri il casatese Pirola.

Perde il derby veneto il difensore di Merate, Luca Barlocco sconfitto insieme al suo Vicenza (1-0) a Venezia, lui è rimasto però in panchina al pari del chiavennasco Nicola Pasini.

Tutti i dettagli e altre foto nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” e “La Provincia di Sondrio” in edicola giovedì 1 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA