Sabato 05 Luglio 2014

Lecco, Tignonsini carico

«Si respira aria nuova»

Stefano Tignonsini, a sinistra, nella sfida tra il Lecco e il Piacenza
(Foto by foto menegazzo)

L’ossatura c’è. Dopo l’incontro di giovedì il Lecco ha una fisionomia ben delineata che ricalca, in gran parte, quella dello scorso anno.

Certo, manca Stefano Mauri, che da solo, aveva detto mister Rocco Cotroneo durante la scorsa stagione, “reggeva il centrocampo”. E manca anche il jolly difensivo Andrea Gritti. Oltre a bomber Castagna che, pur con la morte nel cuore, ha deciso che il progetto Lecco di quest’anno non fa per lui.

Ma gli altri protagonisti della scorsa stagione, i migliori, sembrano esserci tutti o quasi: Federico Frattini in porta, Alessio Bugno e Stefano Tignonsini in difesa, Fabio Cardinio e Riccardo Capogna in attacco.

Ma altri stanno rispondendo all’appello di Daniele Bizzozero e del presidente Stefano Galati. Anche perché sembra che siano stati pagati (uno stipendio da Galati, due da Bizzozero secondo indiscrezioni), tutti i mesi arretrati a chi ha firmato.

Mancano all’appello ancora diversi giocatori, in primis Luca Redaelli e Stefano Martinelli. Forse anche Nicolò Galli verrà contattato, almeno in via esplorativa.

Stefano Tignonsini, che potrebbe diventare il prossimo capitano del Lecco, non ha dubbi: «È tornato il giusto entusiasmo. Io ho firmato e ho saputo che l’anno fatto anche altri miei compagni dello scorso anno. Possiamo fare bene perché, anche se sono andati via sia Gritti che Mauri, stiamo partendo con il piede giusto e con molti giocatori della scorsa stagione».

© riproduzione riservata