Lecco-Olginate  si raffredda la fusione
Da sinistra, coach Meneguzzo assieme a coach Galli in occasione del primo derby. Si cambia

Lecco-Olginate

si raffredda la fusione

Basket serie B. Un brusco rallentamento nelle trattative, anzi il presidente bluceleste è deluso è guarda avanti. «Ripartiamo e coach Ciocca potrebbe essere una soluzione» Intanto Meneguzzo è in trattativa con i cugini

Antonio Tallarita non lo ammetterà mai, ma è deluso e amareggiato. Il presidente del Basket Lecco contava davvero sulla possibilità di unire in un unico intento – la A2 – la società bluceleste e quella biancoblù di Olginate.

Una Npo con la quale per giorni aveva tessuto trame e chiacchierato – sembrava sempre più costruttivamente - sulla possibilità di poter puntare a un campionato di vertice assoluto, unendo le risorse economiche dei due sodalizi, e invece... «Abbiamo solo parlato tanto, siamo arrivati a pianificare parecchie cose e poi, dopo una settimana, i dirigenti di Olginate, legittimamente, ci hanno detto che non se la sentivano più di fare quel passo».

Tallarita ora pensa al futuro: «Siamo stati in contatto anche con Cesare Ciocca (ex Pordenone e Virtus Bergamo, portata alle soglie dell’A2 nel 2017, ndr). Sì, stiamo valutando che strada intraprendere. Di possibilità ce ne sono varie e dipenderà dal coach che sceglieremo. Ciocca? E’ ancora uno dei papabili».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 4 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA