Lecco, il presidente Beccalossi

«Mi aspetto una grande domenica»

Il numero uno bluceleste interviene a poche ora dal match clou del Rigamonti-Ceppi di domenica 29 tra la sua squadra e la capolista Castiglione

Lecco, il presidente Beccalossi «Mi aspetto una grande domenica»
Evaristo Beccalossi

«Bisogna essere bravi. Lucidi e spietati. Partita dopo partita». Parola di Evaristo Beccalossi.

E come diceva una vecchia pubblicità di cui l’ex stella nerazzurra era protagonista, “Evaristo, scusa se insisto”, ma il Lecco ce la può fare? La risposta è da presidente vero: «Mi aspetto una grande domenica. Se sapremo essere tranquilli, sereni, trasparenti, allora possiamo farcela. Tutto sta nel non pensare che il campionato si esaurisca con la gara di domenica. Per farlo, e per non commettere errori proprio contro il Castiglione, bisogna pensare che sono loro, ovvero i bresciani, ora, a dover temere. Noi facciamo paura, non dobbiamo averne».

Il che non è proprio del tutto vero. Nel senso che perdere con il Castiglione vorrebbe dire, quasi sicuramente, dire “ciao” alla vetta. Ma il Lecco non deve cadere in questo errore: «Siamo arrivati fino a qui perché ci abbiamo creduto quando eravamo staccati di nove e più punti in classifica – ragiona il presidente del Lecco – per cui dovremmo avere paura proprio adesso? Fossi il Castiglione avrei più paura. Loro sono sempre stati davanti e ora rischiano di non esserlo. Ma se ci facciamo prendere dall’angoscia del risultato a tutti i costi…».

L'intera intervista su La Provincia di Lecco di sabato 28 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA