Le gambe cercano   di tornare a carburare
Una splendida immagine di corsa in montagna. In questo caso senza pettorale, la speranza è di poterlo rimettere nei prossimi mesi

Le gambe cercano

di tornare a carburare

Corsa. Le prime indicazioni lasciano credere che a breve si potrà tornare a macinare chilometri tra monti e pianura. Per le gare serve ancora un po’ di pazienza, l’andamento della fase due dirà molto, si spera nel finale di stagione

Gara podistiche, cosa ci aspetta? Ancora troppo presto per dirlo. Secondo le prime indiscrezioni e viste le diverse prese di posizione, non ultima quella del presidente del Coni, Giovanni Malagò, a breve potremmo anche tornare a calzare le nostre adorate scarpette da running.

Potremmo, tenendo le debite distanze, macinare chilometri strade, parchi, creste e sentieri. Potremmo inerpicarci in quota, pestare le ultime chiazze di neve e riacquistare parte della libertà che ci avevano “sottratto”.

La deadline, così viene chiamata la linea immaginaria degli annullamenti, è arrivata per il momento a fine luglio, ma la sensazione è che possa protrarsi molto oltre. Una cosa è certa, quest’anno, non si correranno eventi di grande appeal quali Trofeo Dario & Willy, ResegUp, Livigno Skymarathon, Doppia W Ultra, VUT, Rally Estivo della Valtartano, K2 Valtellina, Val Bregaglia Trail, Pizzo Stella Skyrunning… Ci fermiamo qui. La fase due e le decisioni prese in merito dal governo serviranno a anche a fugare gli ultimi dubbi. Il sogno nel cassetto di atleti e organizzatori è che si possa almeno disputare la fase finale della stagione.

Tutti i dettagli e il quadro completo, nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 24 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA