La Gimar sposa Paternoster   per volare più in alto
Antonio Paternoster, nel suo dna anche la valorizzazione dei giovani e la lotta al vertice

La Gimar sposa Paternoster

per volare più in alto

Basket serie B. Ingaggiato il nuovo tecnico, un coach di livello per la categoria, potentino, ha guidato Salerno. Tallarita entusiasta e l’allenatore non usa mezze parole: «Puntiamo alla categoria superiore nel giro di tre anni»

Non una sommessa “preghiera” cestistica, ma un “urlo” ambizioso. Fino all’A2.

La Gimar Lecco riparte alla grande, ingaggiando un coach di altissimo livello per la categoria. Si tratta di Antonio Paternoster, potentino classe 1971. Sarà lui, dopo un primo anno di “studio” sulle rive di questa sponda del lago, a puntare al salto di categoria a partire dalla successiva stagione.

Il tecnico lucano, che nella passata stagione ha allenato l’Arechi Salerno (serie B), ottenendo 17 vittorie e 7 sconfitte prima di essere esonerato a sei giornate dalla fine, è stato messo sotto contratto per tre anni con il chiaro intento di entrare nel basket che conta.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 15 giugno. Nello stesso numero anche l’ultimo acquisto della nuova Gordon Olginate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA