Il Lecco conquista Trieste  Un successo scaccia crisi
Un entrata del play maker lecchese Giulio Mascherpa (Foto by foto menegazzo)

Il Lecco conquista Trieste

Un successo scaccia crisi

Decisivo per il quintetto di Meneguzzo un ottimo terzo quarto. Piunti e Mascherpa, con Andreaus, hanno fatto la differenza

Vittoria “scaccia crisi” per un Basket Lecco (di nuovo) concentrato che sbanca il PalaRubini di Trieste e mette sotto nettamente la Jadran Trieste (56-68), formazione ultima in classifica, ma reduce comunque dalla sorprendente vittoria sul campo di Pordenone, diretta avversaria lecchese per l’acceso ai playoff.

Contro la squadra giuliana, decisivo un terzo tempo praticamente perfetto con Lecco che calava il suo miglior quintetto, sorretto da un Piunti decisivo, dal play Mascherpa tornato sui suoi migliori livelli e, finalmente, da un Andreaus trascinante, a tratti, in fase realizzativa.

All’inizio coach Massimo Meneguzzo si affidava a Mascherpa playmaker, con Dagnello guardia, De Angelis e Pizzul ali e Piunti centro. Dall’altra parte Vatovec, galvanizzato dalla seconda vittoria in stagione, optava per un quintetto con Ban play, Batich guardia, Malalan e De Petris ali e Franco pivot.

Lecco subito avanti trascinato da Mascherpa che impostava e realizzava, concedendo pochissimo ad un avversario spiazzato: ai triestini solo 2 punti in 6 minuti; poi era Piunti (sei punti consecutivi) a favorire il primo corposo allungo (4-11). Primo quarto che si concludeva sulla seconda bomba triestina di Mascherpa per il 14-19, con la tripla Diviach sulla sirena. Da qui il Lecco ha costruito il successo: 14-19, 29-33 e 40-58 i parziali.

Servizio su La Provincia di Lecco di lunedì 16 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA