Il Basket Lecco vuole spiccare il volo  A frenarlo è solo l’infermeria
Coach Massimo Meneguzzo e Davide Todeschini, quest’ultimo è in un buon periodo di forma

Il Basket Lecco vuole spiccare il volo

A frenarlo è solo l’infermeria

Serie B. Oggi c’è Reggio Emilia, Quartieri e Balanzoni con l’influenza. Fumagalli e Peroni non sono al massimo ma i playoff chiedono sacrifici

Basket Lecco, qui ci vuole un “miracolo”. Sì perché (al di là delle drammatizzazioni di rito) la condizione del roster che sta brillantemente affrontando la parte finale della stagione regolare, con playoff ormai quasi acquisiti e un sesto posto che potrebbe diventare un quarto o un terzo con un po’ di fortuna, resta ben poco per affrontare la pur non proibitiva trasferta al PalaRegnani di Scandiano, domenica con palla a due dalle 18.

L’avversario è di medio-bassa classifica, quella Bmr Reggio Emilia che fino ad ora non ha certo strabiliato, ma a preoccupare è soprattutto la condizione degli infortunati-influenzati.

A conti fatti Massimo Meneguzzo deve rammaricarsi per lo stato di Daniele Quartieri e di Jacopo Balanzoni (due uomini chiave del quintetto bluceleste) che non si allenano da giorni per un forte attacco influenzale.

A loro si aggiunge un Fumagalli non ancora al massimo, come d’altra parte quel Michele Peroni che, tornando disponibile, non ha ancora nelle gambe il massimo del minutaggio. Quattro elementi fondamentali di questo Lecco. E per fortuna capitan Todeschini ha ricominciato a segnare ad alto ritmo.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 26 marzo. Altri servizi sui risultati delle partite delle squadre lecchesi di serie D maschile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA