Quel gioiellino del Montevecchia
ha un nome altisonante: BillClinton

Curiosa la storia del giocatore brasiliano che si chiama proprio come l’ex presidente degli Stati Uniti.

Quel gioiellino del Montevecchia ha un nome altisonante: BillClinton
BillClinton Limeiro Da Silva, attaccante brasiliano di 26 anni

Sedici gol in 15 presenze per il Montevecchia, da annotare a nome di… Bill Clinton. No, il 42° presidente a stelle e strisce non ha spedito qualche suo nipote a far la gavetta nel girone lecchese di Seconda categoria, tuttavia, la storia di BillClinton (scritto tutto attaccato, questa l’unica differenza con il suo più celebre omonimo) Limeiro Da Silva - questo il nome completo del calciatore in questione -, merita di essere raccontata.

Poderoso attaccante brasiliano, 26 anni, il suo è un nome che ti frulla in testa fino a quando non ti decidi a chiedere di persona. «Erano gli anni ’90, un periodo segnato da molte guerre - afferma -. In casa non c’era ancora una televisione, ma mio nonno ascoltava tutti i giorni il notiziario via radio. E quello di Bill Clinton era un nome che circolava costantemente. Bill Clinton gli piaceva perché era uno che vinceva le guerre. Così, dopo qualche resistenza dei miei genitori, mi ha dato quel nome». Bill però è un ragazzo tutt’altro che guerrafondaio. Ti risponde con un italiano smussato agli angoli, qualche vocale ribelle che scappa a fine frase: dopotutto è normale, lui vive in Italia da soli cinque anni. «Sono nato e cresciuto in Brasile, in un paese a 250km da Fortaleza - racconta sempre Bill -. Lì ho sempre giocato tra i dilettanti. A 20 anni ho poi deciso di raggiungere la mia famiglia in Italia, ormai ero rimasto solo».

Sia nel calcio sia nella vita, Bill è un jolly indispensabile: si dà da fare come lavapiatti, cuoco e aiuto sala in un ristorante di Missaglia. Sul campo invece ha giocato in difesa, centrocampo e attacco. Ma non è finita qui. Bill infatti, si dedica anche alla pallavolo (che in Brasile, ricordiamo, è sport nazionale tanto quanto il calcio). «In Brasile, tra calcio e volley disputavo almeno tre partite al giorno».

Quest’anno era partito con l’intenzione di abbandonare il calcio per dedicarsi a tempo pieno al volley, con la divisa del Missaglia, ma un provino per il Montevecchia gli ha fatto cambiare idea: «Mi dicevo “lascia stare, meglio andare a lavorare che tanto qui non vai più da nessuna parte”. Però mi hanno chiamato per un provino al Montevecchia e lì ho segnato tre gol...».

Ora Bill è uno dei giocatori più forti del campionato. A braccetto con Charles Tamba, attaccante del Valmadrera, domina la classifica marcatori. Charlie e Billy, una coppia da cartone animato. Una coppia che sogna, inevitabilmente, di giocare in qualche categoria superiore: «Io continuo a divertirmi, adesso non ci penso più di tanto», conclude Bill.

Ma il direttore generale del Montevecchia, Rinaldo Brivio, ribatte: «Se questa stagione segna 20 gol, in Prima categoria lo porto io con la bicicletta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA