Locatelli, ciak si gira: «Ho più responsabilità, ma sono felice da regista»

Nel corso della recente tournée americana il galbiatese della Juve è stato utilizzato nel nuovo ruolo. «Il nostro primo obiettivo è vincere il campionato».

Locatelli, ciak si gira: «Ho più responsabilità, ma sono felice da regista»
Manuel Locatelli, 24 anni, affrontato da Toni Kroos al Rose Bowl di Pasadena nella sfida Juve-Real Madrid

Un nuovo ruolo nella vita privata - quello di marito - assunto da poco più di un mese all’indomani delle nozze celebrate in Toscana con Thessa Lacovich e ora un nuovo ruolo anche sul terreno di gioco, quello di regista, che spesso in questo precampionato gli ha affidato mister Massimiliano Allegri nella “nuova” Juventus in attesa che il mercato porti in dote quel Paredes che sarebbe naturalmente destinato a recitare in quel ruolo.

E il galbiatese Manuel Locatelli, 24 anni, alla sua seconda stagione in bianconero, sembra essere contento di questa sua inusuale collocazione come ha riferito alla Gazzetta dello Sport al termine della tournée della Juve negli Stati Uniti.

«Non ci nascondiamo»

«Sono molto felice, più palloni tocco e più entro in partita - fa presente il centrocampista ex Milan e Sassuolo -; sono soddisfatto della tournée che abbiamo fatto, stiamo provando nuove cose e ci sono ottime sensazioni per il futuro».

Dopodiché, il “Loca” entra un po’ più nel dettaglio. «Ho più responsabilità in campo ma non mi spaventa - confessa -; sono qui per questo. Noi non ci nascondiamo, il nostro primo obiettivo è vincere il campionato e stiamo lavorando in questa direzione. Ci siamo allenati bene e questa è la cosa più importante».

«Siamo un grande gruppo, tutti seguiamo Allegri con attenzione - aggiunge -. Questi giorni sono stati importanti perché la squadra sia ancora più unita. Abbiamo fatto dei grandi acquisti e siamo molto felici».

Allegri ha più volte indicato Manuel come uno dei nuovi leader della Juventus 2022-23. «Sono parole molto apprezzate, che rappresentano un grande stimolo per me - ammette -. Ho scelto la Juventus per questo, so quali sono le mie responsabilità e mi trovo benissimo con i miei compagni. Firmare per la squadra del mio cuore è stato un momento molto emozionante».

«C’è un bel clima»

Manuel Locatelli ha parlato dopo la partita persa contro il Real Madrid, ultima gara della tournée negli Usa.

«Un bel test - le sue parole -: ci spiace per il risultato, ma ho visto cose buone. La squadra sta lavorando e crescendo bene in vista del campionato; non ci nascondiamo, dobbiamo tornare a vincere e lavoriamo per questo, e devo dire che il lavoro che stiamo facendo è di ottimo livello. C’è un bel clima ed è stata una trasferta davvero utile e positiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA