Lecco, il quinto posto
è un tesoro da preservare

La squadra bluceleste si è data un obiettivo ben preciso per le ultime tre partite della regular season.

Lecco, il quinto posto è un tesoro da preservare
Vedran Celjak in azione

Il Lecco ha davvero più di una possibilità di mantenere il suo quinto posto, meritatissimo, dopo il pareggio ottenuto a Bolzano contro il Sudtirol. Infatti la classifica dice che il Renate ha allungato a 7 punti e virtualmente ha ormai messo in cassaforte la 4 a piazza. Ma la quinta è tutta per il Lecco. Certo, il Renate ha uno scontro diretto contro la Juventus fuori casa, difficilissimo. La Juve se vuole arrivare almeno 7 a o 8 a non può permettersi di lasciare punti ai brianzoli. Inoltre, poi, sempre il Renate dovrà vedersela contro la pericolante Pergolettese alla penultima e contro la diretta avversaria Feralpisalò all’ultima. Insomma, per le “Pantere” non ci sono partite facili davanti.

E per il Lecco? Neanche. Forse, se non ci fosse di mezzo la rivalità di sempre, quella contro il Piacenza del Rigamonti-Ceppi potrebbe essere una partita tranquilla, con i biancorossi che vincendo contro l’Albinoleffe hanno conquistato un posto playoff pressoché certo. Però, ammesso e non concesso che quello contro il Piacenza sia un incontro più semplice di altri, c’è da dire che poi il Lecco giocherà contro il Seregno, ancora in casa, e contro la Pro Sesto al Breda. Il che vuol dire incontrare negli ultimi due turni squadre che giocheranno per la salvezza. E, si sa, nei finali di campionato sono sempre le partite più difficili.

Detto questo vediamo le inseguitrici: la Pro Vercelli è la più vicina con 52 punti, 2 in meno del Lecco, e tre gare difficili davanti, due delle quali fuori casa. La prima, fuori, sarà contro la Triestina. Uno scontro difficilissimo perché la Triestina lotta proprio contro Lecco e Pro Vercelli per la quinta piazza. Poi le bianche casacche giocheranno al Piola contro il Fiorenzuola, squadra che lotterà per entrare nei playoff fino all’ultimo, e quindi fuori contro il Mantova, che però potrebbe essere salvo e non avere altre velleità. In questo senso il Lecco deve stare molto attento perché all’ultima giornata il Mantova potrebbe regalare qualcosa ai vercellesi.

Un passo più indietro la Triestina che affronterà i piemontesi in casa, per poi concentrarsi su Giana(fuori) e Sudtirol. In questo senso i triestini sono i meno favoriti per la 5 a piazza. Non solo perché hanno 3 punti di ritardo dal Lecco, ma anche perché hanno di fronte tre gare difficilissime. Con la Pro Vercelli che ha chance di chiudere al sesto posto. Poi la Giana che dovrà, a Gorgonzola, difendersi dal rischio retrocessione diretta. Quindi contro la capolista Sudtirol in uno scontro, all’ultima giornata, che potrebbe valere la serie B per gli altoatesini.

Dopodiché, ma quasi per onor di cronaca, la Juventus U23: Renate in casa, Trento fuori e Legnago in casa. O vince con il Renate, o a 7 punti di distacco dal Lecco, la squadra bianconera si scorda il quinto posto. Ma anche battendolo poi avrà di fronte due squadre disperate: il Trento cerca di uscire dalla zona playout e al Briamasco darà tutto per farlo e il Legnago all’ultima potrebbe mandare all’ultimo posto la Giana o il Seregno, oggi lontane rispettivamente 3 e 4 punti.

Cero, il Legnago potrebbe essere già retrocesso all’ultima, ma se avesse ancora chance di salvezza, se le giocherebbe alla morte contro i bianconeri. Un punto dietro (basterà pareggiare domenica e il Lecco sarà irraggiungibile), c’è il Piacenza: 46 punti, in grande rimonta, avrà però di fronte Lecco in trasferta, Feralpisalò in casa e poi chiuderà con il Seregno. O le vince tutte e tre, o è fuori dai primi cinque posti. E potrebbe non bastargli…

© RIPRODUZIONE RISERVATA