Un Borgo d’Italia. Le riprese di Rai 3 per “Kilimangiaro”

Bellano Le riprese nei luoghi più suggestivi del paese. L’Orrido, le Lucie sul lago e l’ex Cotonificio Cantoni. Gli agoni in carpione scelti come piatto rappresentativo

Un Borgo d’Italia. Le riprese di Rai 3 per “Kilimangiaro”
Le immagini raccolte in una clip che verrà trasmessa in tv
(Foto di Tiziano Foto)

Lo scorso 19 agosto, durante la serata di “Racconti inediti itineranti” con lo scrittore Andrea Vitali, Bellano ha ricevuto l’investitura ufficiale di “Borgo d’Italia”. A distanza di qualche giorno il primo frutto: la troupe di Rai 3 che ha girato per il paese per registrare immagini che andranno in onda in autunno, all’interno della trasmissione “Kilimangiaro” di Camilla Raznovich, nello speciale “Il borgo dei borghi”.

Opportunità

«Continua la promozione del nostro territorio - dice il sindaco Antonio Rusconi che non svela alcun particolare - Venerdì 19 ci sono stati consegnati ufficialmente dal vice presidente dell’associazione “I borghi più belli d’Italia” Pier Achille Lanfranchi l’attestato e la bandiera ufficiale di cui adesso Bellano fa parte». Sono ventitré in Lombardia e anche Belano è inserito nella guida ufficiale 2022-23.

Nei giorni scorsi è arrivata la troupe alla ricerca delle immagini che serviranno a montare la presentazione di Bellano che sarà in gara nella sfida che decreterà il “Borgo dei borghi 2022”. Immagini quindi del centro storico con le sue contrade, la chiesa parrocchiale dei Santi Nazaro e Celso e la chiesa di Santa Marta che conserva la pregevole opera lignea del Compianto sul Cristo morto di Giovanni Angelo Del Maino.

Ovviamente la troupe è stata all’Orrido che è il polo attrattore del turismo nel paese, ma anche sul lago con le Lucie a fare da padrone e ad aspettare il tramonto.

Riprese anche all’ex Cotonificio Cantoni che rappresenta una testimonianza dell’archeologia industriale e un speranza per il futuro sviluppo nella riqualificazione turistica.

In paese si è visto girare in costume anche il governatore spagnolo con la sua dama, per offrire uno spaccato anche su quella che è la manifestazione regina : la “Pesa vegia” con il suo fascino ultra centenario. Non poteva mancare il piatto tipico e per rappresentare il paese è stato scelto quello degli agoni in carpione.

Il concorso nazionale

Come detto, le immagini andranno a formare la clip per il concorso “Il borgo dei borghi 2023” con la votazione degli utenti del web e della giuria di esperti, secondo le modalità del concorso che partirà in autunno.

Soave, in provincia di Verona, ha vinto la nona edizione, aggiudicandosi il titolo 2022 grazie ai voti ricevuti a cui si sono aggiunti quelli della giuria di esperti che era composta da Rosanna Marziale, chef e divulgatrice enogastronomica, Piergiorgio Odifreddi, matematico, logico, saggista e accademico italiano e Jacopo Veneziani, storico dell’arte e divulgatore ospite fisso del programma “Le Parole” su Rai 3. C’è tanta curiosità ora in paese dopo che in molti hanno visto la presenza della troupe che ha cercato di cogliere il meglio del paese da portare in tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA