Tutti in spiaggia senza mascherine  Multe per la sosta e per il barbecue
Qui Abbadia nel tardo pomeriggio: le code per il rientro si sono formate già alle 17.30

Tutti in spiaggia senza mascherine

Multe per la sosta e per il barbecue

La bella giornata ha riempito i lidi. Pochi hanno rispettato le cautele anti Covid

Le spiagge fanno il pienone. La conseguenza per la viabilità lecchese è che ieri già alle 17.30 c’erano i primi incolonnamenti lungo la strada provinciale 72 da Abbadia verso Sud, in direzione della statale 36.

I disagi nei paesi che si affacciano sul Lario non sono mancati. Tante le auto posteggiate, come ormai d’abitudine, in divieto di sosta sia ad Oliveto che ad Abbadia e Mandello. Ben 133 le sanzioni elevate, ma senza il servizio di carro attrezzi; così i veicoli, una volta multati, sono rimasti lì ad ostruire le strade.

“Stangati” anche gli amanti del barbecue sulle rive e i malcapitati sorpresi ad aver montato una tenda: in totale, quindici le contravvenzioni staccate.

Tanti sulle spiagge: il distanziamento fisico è già un ricordo, le mascherine pure.

«È stata un’altra domenica non semplice - dice Paolo Negri, vice sindaco di Oliveto - mi è dispiaciuto vedere tante persone senza mascherina, come se il virus non esistesse già più. I nostri agenti li hanno invitati a metterla, ma era impossibile controllare tutta la spiaggia».

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA