Scariche di sassi a Parlasco  «Anas metta in sicurezza»
I sassi caduti sulla strada tra Esino e Parlasco

Scariche di sassi a Parlasco

«Anas metta in sicurezza»

La polemica Il sindaco Busi, competente solo per la pulizia, chiede interventi

«Se l’azienda non fa la sua parte, chiudiamo la strada: non abbiamo più soldi»

Continue scariche di sassi lungo la strada statale che da Esino porta a Parlasco. In questi ultimi giorni di pioggia il Comune è intervenuto più volte per pulire e assicurare il transito in sicurezza, ora però il sindaco Renato Busi è stanco di non essere ascoltato da Anas, competente per il tratto, e di doversi accollare gli interventi di pulizia e minaccia addirittura di non pulire più mettendo a repentaglio il transito, e di arrivare ad un’azione pesante come quella di bloccare la strada.

Il colloquio

«Se i responsabili di Anas non si decidono ad intavolare un colloquio costruttivo e a farsi vedere sul territorio, la prossima volta che si verifica il distacco di materiale faccio un’ordinanza di chiusura in quanto la strada è pericolosa - sbotta il sindaco Busi -. Anas deve intervenire e mettere in sicurezza ma purtroppo non lo fa, e scarica la responsabilità sul Comune che però non ha la competenza per la messa in sicurezza ma si trova costretto a ripulire. Un controsenso».

Tutti i particolari su La provincia di Lecco in edicola giovedì 7 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA