Mandello, svincolo Maggiana, c’è la firma  Un anno di tempo per realizzarlo
La zona dove verrà realizzato lo svincolo

Mandello, svincolo Maggiana, c’è la firma

Un anno di tempo per realizzarlo

Assegnati i lavori all’impresa “Brambilla Alfredo srl” che ha vinto la gara d’appalto

Dopo vent’anni di litigi finalmente li via libera all’opera che snellirà il traffico sulla Sp72

Firmato nella tarda mattinata di ieri il via ai lavori per la realizzazione dello svincolo di Maggiana.

Dopo oltre vent’anni d’attesa, di scontri tra sostenitori e detrattori, l’opera diventa realtà.

Il contratto

«La ditta appaltatrice ha un anno di tempo da ieri per realizzare il lavoro. Il primo intervento, già in corso è quello dello sfoltimento della boscaglia delle zone meno in vista, poi verranno tolti gli ulivi che si trovano nel tratto dove passerà lo svincolo, e li rimetteremo a dimora in altre aree», spiega l’assessore ai lavori pubblici Andrea Tagliaferri.

Ad occuparsi dell’opera è la ditta “Brambilla Alfredo srl” con sede a Viganò che ha vinto il bando d’asta per un importo netto contrattuale di 259.336,73 euro. Il costo complessivo dell’intervento è di 610 mila euro, di questi 305 mila a carico del Comune e altrettanti finanziati dalla Regione.

«Il costo complessivo è chiaramente molto più alto se letto rispetto al bando d’asta, in quanto il bando viene fatto sui lavori veri e propri per creare il tracciato, ed è al netto di Iva che poi va aggiunta, e inoltre vanno messe in conto le spese che abbiamo sostenuto per l’acquisizione dei terreni, di quanto spenderemo per salvare gli ulivi e ripiantarli - prosegue l’assessore Tagliaferri -. Complessivamente dalle casse del Comune usciranno 305 mila euro, visto che il resto lo mette la Regione, e che il progetto è stato realizzato dall’Amministrazione provinciale considerata l’importanza di questo tratto viario».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 5 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA