Mandello, riapre il nuovo rifugio Elisa
Confermata la gestione e gli eventi

Mandello Non è ancora stata fissata l’inaugurazione ma sarà a breve, resta Elena Cosmo Di proprietà del Cai Grigne è rimasto chiuso un anno per ristrutturazione: tornano cucina e musica in quota

Mandello, riapre il nuovo rifugio Elisa Confermata la gestione e gli eventi
Il rifugio Elisa a breve riaprirà riqualificato

La data precisa non è ancora stata fissata ma nelle prossime settimane riaprirà il rifugio Elisa, proprietà del Cai Grigne Mandello, e a gestirlo sarà Elena Cosmo , già alla guida dell’Elisa negli anni passati fino a marzo del 2021.

Buon lavoro

Un anno fa proprio di questi tempi l’Elisa chiudeva i battenti per lavori di riqualificazione, ed ora guarda alla riapertura.

«La data ufficiale non è ancora stata fissata, non posso sbilanciarmi, dobbiamo ancora sistemare parte degli interni ma chiaramente appena avremo finito riprenderò l’attività - racconta Elena Cosmo -. E non vedo l’ora di riaprire».

Tempo qualche settimana e con l’arrivo della bella stagione l’attività riprenderà, e gli auspici per il successo ci sono tutti.Il Cai Grigne, guidato da Giancarlo Pomi , ha confermato Elena Cosmo per il buon lavoro svolto nei tre anni precedenti la chiusura per i lavori. Con la riapertura della struttura riprenderanno anche gli appuntamenti con la buona cucina e la musica in quota.

Il rifugio Elisa a 1.500 metri d’altezza, deve il suo nome a quello della figlia di Evangelista Ferrario, socio del Cai Mandello che donò alla sezione il terreno dove costruire. I lavori di edificazione, iniziati nel 1926, furono completati l’anno successivo.

Altri particolari su La provincia di Lecco in edicola giovedì 24 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA