Lecco, tutti col treno per le Frecce  Ma non c’è posto: caos in stazione  Poi lo show a Varenna. IL VIDEO

Lecco, tutti col treno per le Frecce

Ma non c’è posto: caos in stazione

Poi lo show a Varenna. IL VIDEO

Viaggiatori in attesa da ore sui binari per poter raggiungere Varenna . I cittadini inferociti attaccano Trenord, la società incolpa agli organizzatori. Il VIDEO del passaggio su Varenna

Caos alla stazione di Lecco per la gran folla assiepata sui binari in attesa di poter salire su un treno direzione Varenna, per assistere all’esibizione delle Frecce Tricolore. Carrozze insufficienti a ospitare i passeggeri - molte le famiglie con bambini, anche piccoli, al seguito - Trenord ha “inserito” un’unica corsa suppletiva alle 10.30, giunta però in stazione già piena. Le informazioni sul treno aggiuntivo sarebbero state comunicate via altoparlante all’ultimo momento, cosa che ha provocato la corsa di molti passeggeri verso il binario indicato attraversando la massicciata, bambini in braccio, con tutti i rischi del caso.

Insomma, la comunicazione di lasciare l’auto a casa e utilizzare i mezzi di trasporto pubblico per raggiungere il lago è stata recepita. Ma non è stato adeguato il numero di corse (e anche di carrozze, a quanto è dato sapere alcuni treni sono giunti a Lecco con quattro vagoni soltanto, inevitabilmente già strapieni) alla portata dei viaggiatori, ampiamente prevedibile.

Trenord contrattacca
«Trenord precisa di aver potenziato, in occasione dell’“Air Show” a Varenna e di “Morbegno in cantina”, il servizio al massimo del consentito dall’infrastruttura ferroviaria che su quella tratta si estende per 90km a binario unico ed ha dei vincoli ben precisi per la circolazione dei treni, ogni altra aggiunta di treni o composizioni non sarebbe stata possibile. Sono state istituite due corse, una andata e una ritorno, ed altre due straordinarie al massimo della composizione consentita nella giornata di oggi. Inoltre si precisa che, visto i vincoli infrastrutturali, non possono essere utilizzati treni a doppio piano perché non possono passare nelle gallerie tra Lecco e Colico e treni troppo lunghi per l’impossibilità di incrociare con gli altri treni nella tratta a binario unico. Trenord inoltre non è responsabile degli annunci di stazione che sono a capo del gestore dell’infrastruttura. I disagi che si sono verificati sono dovuti al forte afflusso di persone per la manifestazione di oggi in contemporanea a “Morbegno in cantina” che hanno portato anche alla chiusura delle strade di collegamento impedendo a migliaia di automobilisti di raggiungere la destinazione per assistere allo show».

https://www.laprovinciadilecco.it/videos/video/le-frecce-tricolori-a-varenna_1042289_44/?attach_m&object_id_from=1323165&content_type_from_id=11

«Come ribadito più volte - continua la nota della società - fin dal mese di luglio a tutti i tavoli di lavoro presso le più alte istituzioni del territorio, non era tecnicamente possibile potenziare ulteriormente il servizio. Tutte le illazioni nei confronti di Trenord e dei suoi dipendenti, comprese quelle di rappresentanti delle istituzioni locali, sono il frutto di declarate incompetenze. La manifestazione è stata organizzata a prescindere dalle capacità ricettive del territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA