Incidente in galleria al Moregallo. Non ce l’ha fatta il motociclista di 21 anni

Mandello Era rimasto gravemente ferito nel tardo pomeriggio di sabato. Diego Maccarana abitava a Muggiò, in Brianza

Incidente in galleria al Moregallo. Non ce l’ha fatta il motociclista di 21 anni
Poco dopo l’incidente, sabato pomeriggio. Sul lato della strada, gli amici del giovane motociclista

Non ce l’ha fatta il giovane di 21 anni rimasto gravemente ferito sabato nel tardo pomeriggio in un incidente stradale avvenuto nella galleria di Parè, in direzione Valmadrera. Diego Maccarana, residente a Muggiò, in provincia di Monza e della Brianza, è spirato poco meno di 24 ore più tardi all’ospedale di Lecco, dove era stato ricovero in gravissime condizioni, con i medici a riservarsi la prognosi e a prodigarsi per salvargli la vita.

Il giovanissimo motociclista era rimasto ferito in uno scontro fra due moto all’interno della galleria, fra i territorio comunali di Mandello e Valmadrera. Maccarana era in sella a una Kawasaki Ninja color verde dalla quale è caduto rovinosamente sull’asfalto. Soccorso in tempi rapidissimi da un’ambulanza della Croce rossa di Lecco che si trovava già in zona, era stato trasferito in codice rosso al vicino ospedale Manzoni. Al pronto soccorso gli erano stati diagnosticati traumi su tutto il corpo e nella serata di sabato era così stato ricoverato nel reparto di Rianimazione in condizioni molto serie.

Erano circa le 19.30 quando un gruppo di otto ragazzi, che aveva passato il pomeriggio sulle spiagge fra il Moregallo e Oliveto Lario, stava facendo ritorno verso casa. Sei di loro viaggiavano su due auto, altri due in sella ciascuno a moto di grossa cilindrata.

All’interno della galleria, la Kawasaki avrebbe urtato, forse in fase di sorpasso, una Honda condotta da un valmadrerese con in sella anche la moglie: il conducente di questa seconda moto è riuscito a mantenere l’equilibrio nonostante il colpo ricevuto, evitando così di cadere a terra. Cosa che è invece successa al giovanissimo brianzolo.

I primi a soccorrere il loro amico sono stati proprio gli altri ragazzi della compagnia con cui aveva passato il pomeriggio. Insieme a loro, il motociclista della Honda e il conducente di un furgoncino in transito che si è immediatamente fermato, hanno bloccato il traffico.

Le condizioni del giovanissimo ferito sono subito sembrate particolarmente gravi. Per questa ragione, il ragazzo è stato trasferito d’urgenza con l’ambulanza a sirene spiegate all’ospedale Manzoni di Kecci.

A indagare sull’esatta dinamica dell’incidente sono ora le forze dell’ordine che dovranno stabilire la ragione per la quale la Kawasaki abbia urtato, sul lato destro, la Honda che lo precedeva. L’ipotesi del motociclista colpito è che il giovane stesse tentando di sorpassarlo, ma si tratta di una ricostruzione che deve ancora trovare conferma dai rilievi e gli approfondimenti di rito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA