Corenno a pagamento  Il progetto divide il paese
Lo spettacolare borgo medievale di Corenno Plinio

Corenno a pagamento

Il progetto divide il paese

Dervio ,fa discutere il progetto di introdurre un ticket dal 22 marzo

Non ci sta l’ex sindaco Vassena: «Idea assurda portata avanti nel segreto»

Dal 22 marzo per visitare il borgo di Corenno Plinio bisognerà pagare un biglietto. Così ha deciso la giunta guidata dal sindaco Stefano Cassinelli, ora al lavoro per stilare un regolamento puntuale.

La promessa elettorale si sta dunque per trasformare in realtà. E si è acceso il dibattito, anche se non ci sono ancora elementi certi su cui discutere, se non l’impulso dato dalla giunta al progetto “Il borgo dei mille gradini” in cui è previsto che l’accesso avvenga acquistando, appunto, un ticket. Dove, come e quanto, per ora non si sa.

Tra le voci contrarie, anche quella di chi di Dervio (e quindi di Corenno) è stato primo cittadino fino a qualche mese fa.

«Al contrario di quanto affermato dal sindaco Cassinelli - premette per la minoranza Davide Vassena - non è assolutamente vero che la Consulta turismo stia lavorando al regolamento per un eventuale ticket di accesso a Corenno, visto che nei primi otto mesi del suo mandato è stata convocata solo una volta per pochi minuti per eleggere il presidente. L’amministrazione Cassinelli, nello stile che la contraddistingue, sta portando avanti questa proposta assurda in gran segreto senza averla discussa né in consiglio comunale, né nelle commissioni consiliari, né nelle consulte, nonostante le richieste ricevute, e tanto meno con i Corennesi, che sono in larga parte contrari, ma ha già commissionato l’acquisto della biglietteria da installare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA