Colico, allarme spaccio a Posallo  «Serve un’azione più risoluta»
L’abbandono di rifiuti nei boschi rientra nel degrado della zona Laghetto

Colico, allarme spaccio a Posallo

«Serve un’azione più risoluta»

L’ex sindaco Raffaele Grega solleva una questione nota in zona

Gilardi: «Gli interventi non sradicano il problema». A Dervio linea dura

La località Posallo, nella parte alta della frazione di Laghetto, è al centro di un via vai di persone dedite allo spaccio ed al consumo di stupefacenti.

Una situazione nota purtroppo da tempo che il consigliere di minoranza ed ex sindaco Raffaele Grega ha voluto portare all’evidenza dell’ultimo consiglio comunale.

«C’è un allarme sociale – afferma – per la fiorente attività di spaccio, con un mercato vero e proprio. Il compito su questo problema, in questo caso, non spetta all’amministrazione comunale. Le forze dell’ordine ne sono a conoscenza, quindi suppongo che procedano con il loro protocollo».

Ciononostante, Grega ha voluto sollevare il problema di cui chi abita nella zona si lamenta sempre più spesso con lui.

«Sarebbe bello che il Comune si facesse valere a livello provinciale, nelle varie sedi, per consentire a chi opera di avere adeguati supporti. È una situazione dannosa – continua il consigliere – per chi subisce questo disservizio e non è una bella immagine per il paese».

Sul problema, che abbraccia tutta la fascia che da Dervio va verso Colico e sfrutta la parte collinare, il sindaco Monica Gilardi dice: «Siamo perfettamente in linea ed in contatto con i carabinieri che operano in sintonia con la polizia locale. Stanno facendo delle operazioni anche se gli interventi – ammette – non sortiscono i risultati che vorremmo. Non sradicano il problema. Venerdì c’è stato un incontro in Prefettura per affrontare i problemi della sicurezza ed il nostro comandante Edoardo Di Cesare ha rappresentato la nostra situazione. Non perdiamo di vista il problema».

A Dervio nelle ultime settimane era partita la denuncia di una famiglia che ha scoperto che per due volte è stata utilizzata una roulotte, ubicata in un terreno privato poco lontano da casa, per ospitare queste persone dedite alla droga.

Il sindaco Stefano Cassinelli ha annunciato l’imminente e forte presa di posizione dell’amministrazione derviese per combattere il fenomeno.

Grega ritiene che quella colichese sia un po’ meno risoluta: «È una situazione molto grave perché l’allarme è continuo. Ai tempi in cui da sindaco ho avuto il problema dei furti, - ricorda l’ex sindaco – avevo convocato il Comitato ordine e sicurezza pubblica e Colico era stato presidiato. Ma pare che il problema sia stato un po’ sottovalutato dalla polizia locale e dell’amministrazione che se fosse più incisiva, avrebbe una risposta dello Stato forse più evidente. Gli effetti invece sono evidenti con l’occupazione di immobili, l’abbandono di immondizia ed il pericolo di incendi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA