Lungofiume e street food  Commercianti contro il sindaco
Brivio - L’accusa: lo street food Eatinero avrebbe “rubato” clienti ai baristi

Lungofiume e street food

Commercianti contro il sindaco

Brivio, Barbieri: «Le decisioni di Airoldi ci danneggiano»

Rino Barbieri, presidente della Fiva, federazione italiana venditori ambulanti, contro Federico Airoldi, sindaco di Brivio.

Il numero uno degli ambulanti, appena rieletto per i prossimi cinque anni, va all’attacco del Comune, “reo” di non volere più trasferire il mercato sul lungofiume; mentre Airoldi, in particolare, con il suo comportamento, danneggerebbe le attività commerciali briviesi.

A dare il “la” a Barbieri, gli stessi commercianti del paese che, lo scorso week-end, si sono trovati davanti alla concorrenza dei camion dello street food.

«Con l’organizzazione di Eatinero - commenta ora Barbieri - gli amministratori hanno penalizzato bar e negozi, che si sono ritrovati completamente isolati. Questo atteggiamento denota una mancanza di rispetto nei confronti dei commercianti del paese».

Il numero uno della Fiva sottolinea che «il danno economico per i commercianti è stato notevole. Un giorno sarebbe stato tollerabile. Tre sono davvero troppi».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA