Lecco. Posteggi   lo “sconto” dal 1 febbraio
Entra in vigore la tariffa ribassata per la prima mezz’ora di sosta

Lecco. Posteggi

lo “sconto” dal 1 febbraio

Dal mese prossimo entra in vigore la tariffa ribassata a 1 euro invece che 1,50 per la prima mezz’ora - L’introduzione dei prezzi maggiorati, un anno fa, aveva suscitato le proteste di cittadini ed esercenti

Dal primo febbraio cambiano le tariffe ai posteggi.

Dopo tante polemiche il Comune fa marcia indietro, e ad un anno dall’aumento dei prezzi, la prima mezzora di posteggio passa da 1,50 a un euro secco.

Un ribasso di 50 centesimi che non risolve i problemi del caro parcheggi, ma che è un segno concreto nella direzione auspicata da cittadini e commercianti.

«Giovedì durante l’incontro di giunta approveremo la delibera - dice l’assessore Corrado Valsecchi -, e dal primo febbraio la tariffa per la prima mezz’ora di sosta da 1,50 euro passerà a un euro come promesso».

Prima mezz’ora che comunque si pagherà anche per solo cinque minuti di sosta, visto che l’ipotesi di rendere gratuito il primo quarto d’ora non è stata presa in considerazione.

Oggi mezz’ora di sosta in centro oggi costa 1,50 euro, una somma poco conveniente considerato che spesso ci si ferma una decina di minuti per fare delle commissioni brevi. A febbraio dello scorso anno il rincaro delle tariffe aveva sollevato parecchie polemiche con lamentele arrivate dalla gente, dai commercianti e da chi necessita di lasciare l’auto per fare le commissioni in centro anche tutti i giorni. Un vero salasso.

Ora con l’apertura del nuovo posteggio del Broletto, che dovrebbe portare un incremento di entrate, il Comune con LineeLecco, che si occupa dei parcheggi, ha deciso di ritoccare il costo per i primi trenta minuti di sosta, ma attenzione perchè al trentunesimo minuto scatterà immediatamente la tariffa dell’ora intera.

«Da inizio febbraio arriverà il ribasso. Giovedì sigleremo la delibera di giunta e poi ufficializzeremo il nuovo prezzo per la prima mezzora di sosta a un euro», prosegue Valsecchi.

Nei prossimi giorni, una volta approvata la delibera di giunta, il documento sarà ufficiale, e giusto il tempo di organizzarsi e sistemare i parcometri per partire con la riduzione col mese di febbraio.

Sarà infatti necessario riprogrammare i parcometri che leggono i biglietti per far pagare la nuova tariffa, ed inoltre andranno corretti anche i cartelli esposti. Una serie di accorgimenti tecnici che richiedono comunque del tempo.

Nei parcheggi di via Nullo, via Parini, via Pietro Nava, via Adda, via Bezzecca e via Aspromonte attualmente si pagano 1,50 euro per mezzora di sosta, 2 euro fino ad un’ora, e allo scattare di un’ora e un minuto la tariffa è già di 2,50 euro.

In piazza Mazzini e in piazza Affari il costo è di 1,50 per mezzora, 2 euro fino a un’ora, e fino a due ore si pagano 3 euro.

Tariffe costose. Valsecchi però sgombera il campo subito da ulteriori ribassi. «Si rivede solo la tariffa per la prima mezzora», assicura l’assessore. Dunque nessuna speranza di tornare a costi più contenuti. Lo scorso febbraio le tariffe erano state riviste dopo anni che non venivano aggiornate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA