“Dalla Balilla alla Panda”  La memoria viaggia in auto
Carlo Casari, promotore del progetto

“Dalla Balilla alla Panda”

La memoria viaggia in auto

Lecco. Airoldi e Muzzi: l’interessante progetto vuole anche sollecitare le capacità cognitive degli ospiti della struttura

“Dalla Balilla alla Panda. Dagli anni ’30 agli anni ’80”, è il nome del progetto realizzato dal servizio educativo degli istituti Airoldi e Muzzi, in collaborazione con Carlo Casari, referente per la Regione Lombardia del “Registro Autobianchi gruppo Fiat”, che partirà il 14 settembre con una serie di appuntamenti.

Il progetto nasce dalla considerazione che la memoria, tra le abilità cognitive, è quella che risente maggiormente del passare del tempo e richiede di essere continuamente stimolata.

Vivere un’esperienza diretta può favorire la rievocazione di vissuti legati alla propria storia di vita personale, stimolare la memoria, la curiosità e il piacere della condivisione di esperienze.

Dal 14 al 20 settembre, nella sala animazione dell’Airoldi e Muzzi, ci sarà la mostra fotografica con le immagini delle auto a partire dal 1930, provenienti dalla collezione di Carlo Casari.

Gli ospiti della struttura il 17, 18 e 19 settembre, assisteranno a proiezioni di immagini, tra commenti e ricordi.

Sabato 14 settembre, dalle 15, ospiti, familiari, volontari potranno ammirare, parcheggiate lungo i viali del parco, alcune auto delle varie epoche, gentilmente messe a disposizione da collezionisti. L’esposizione sarà accompagnata dall’esibizione del gruppo “Le Moonligh majorettes” di Primaluna, che creeranno il clima delle grandi feste, portando colore e un tocco di particolare allegria nell’istituto cittadino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA