Cade con la moto, grave un ragazzo

«Chi ha visto qualcosa si faccia avanti»

Lierna Il papà: «È stata notata un auto che si allontanava, ma potrebbe aver fatto tutto da solo»

E lungo la Super 36 un pensionato percorre venti chilometri contromano: ritirata la patente

È ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Manzoni, F ilippo Negri, il diciottenne di Abbadia che nella notte tra mercoledì e giovedì ha avuto un grave incidente nella galleria di Grumo.

Il ragazzo era a bordo della sua moto, un Caballero, e viaggiava in direzione Lecco, quando è finito a terra. A chiamare i soccorsi è stata una un’auto che stava arrivando e sul posto sono intervenuti il Soccorso degli alpini di Mandello e la polizia stradale.

Una dinamica non ancora chiara quella al vaglio della polizia stradale, considerata l’assenza di video camere e di testimoni diretti. Gli inquirenti stanno cercando però delle riprese, fatte da circuiti privati di controllo delle abitazioni lungo la provinciale 72, in particolare nel tratto dopo l’abitato di Lierna verso Grumo e da lì in direzione Olcio di Mandello. E lanciano l’appello alla ricerca di testimonianze utili per le indagini.

«Dinamica da accertare»

«Non sappiamo cosa sia successo - racconta Paolo Negri, padre del ragazzo caduto con la moto -, la dinamica è tutta da accertare. Sembrerebbe che le persone a bordo dell’auto che ha chiamato i soccorsi, siano state superate da un’auto di colore chiaro, dicono bianco, ma non si sa quale modello, che arrivava da nord a velocità sostenuta. L’auto potrebbe aver sfiorato mio figlio facendolo cadere, forse senza neppure accorgersene. Mio figlio però potrebbe anche aver fatto tutto da solo. Aspettiamo che si riprenda e che riesca a ricordare per ricostruire i fatti con precisione».

Nella giornata di ieri si era diffusa la voce di una Porsche che arrivando da nord a tutta velocità avrebbe travolto il ragazzo, poi scappando senza chiamare soccorsi.

«È solo una voce che è arrivata anche a noi ma non ne sappiamo nulla - prosegue Paolo Negri -. Invitiamo chi ha delle informazioni precise, o ha visto qualcosa, a rivolgersi alle forze dell’ordine che stanno lavorando per stabilire la dinamica dei fatti».

Il giovane motociclista è stato sottoposto ad un delicato intervento, resta in prognosi riservata, ma sarebbe fuori pericolo di vita. «In zona non ci sono telecamere- dice Silvano Stefanoni, sindaco di Lierna - ci potrebbero però essere abitazioni con un servizio di videosorveglianza che potrebbe aver ripreso qualcosa. Chiediamo loro di controllare e rivolgersi alle forze dell’ordine».

Direzione sbagliata

Sempre nella serata di mercoledì, all’altezza di Lierna, ma lungo la strada statale 36, un uomo di 86 anni, ha percorso quasi venti chilometri procedendo contromano, da Bellano si è diretto verso Lecco sulla corsia in direzione nord, dopo aver fatto un’inversione a u , con il rischio, quindi, di provocare un grave incidente.

Una pattuglia della polizia stradale lo ha fermato quando era arrivato ormai all’altezza del Bione. L’automobilista è stato multato e gli è anche stata ritirata la patente


© RIPRODUZIONE RISERVATA