Mandello, un grande archivio
per la soprano Maria Callas

All'inaugurazione del 26 febbraio si potrà ammirare la ricca raccolta che Fabio Gervasoni ha messo a disposizione dell'associazione nella sede di via del Fosso. Presenti migliaia di documenti sonori e giornalistici che potranno essere consultati dai numerosi fan della cantante lirica

Mandello, un grande archivio per la soprano Maria Callas
MANDELLO Un grande archivio pubblico capace di migliaia di documenti in via del Fosso. Tutto per Maria Callas, la "divina" della lirica il cui mito, pur essendo scomparsa da quasi 34 anni, non sembra conoscere appannamenti. Il 26 febbraio sarà inaugurata la sede dell'associazione Maria Callas international archive con una mostra fotografica. A disposizione dei fan della divina e appassionati melomani c'è davvero un archivio che l'associazione non esita a definire "unico al mondo" per la vastità di materiale che può essere consultato. Trentamila immagini digitalizzate, concerti noti e registrazioni mai puibblicate, prove ed esibizioni oltre a recensioni e articoli - a centinaia - scritti sulla Callas, scomparsa nel 1977 a soli 53 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA