Valmadrera: lido, piscina
e protezione civile a Paré

Sul lungolago prendono corpo le indiscrezioni sul domani della rilevante trasformazione urbanistica decisa dal Comune. L'ex trafileria Frigerio sta per essere demolita, spianando la via a residenze, verde, parcheggi e alla riorganizzazione delle aree anche pubbliche

Valmadrera: lido, piscina e protezione civile a Paré
VALMADRERA Un lido, una piscina galleggiante e un polo provinciale di protezione civile nel futuro del pratone di Parè.
Sul lungolago prendono corpo le indiscrezioni sul domani della rilevante trasformazione urbanistica decisa dal Comune. L'ex trafileria Frigerio sta per essere demolita, spianando la via a residenze, verde, parcheggi e alla riorganizzazione delle aree anche pubbliche prospicienti; l'amministrazione comunale (attraverso il sindaco, Marco Rusconi, e il capogruppo di maggioranza Antonio Rusconi) ha ribadito nei giorni scorsi che l'investimento sul cosiddetto pratone non proverrà dalle casse municipali, bensì dall'accordo con un partner privato che realizzerà e poi gestirà le sue stesse strutture.
Le indiscrezioni fanno trapelare le contropartite anche per la collettività. Il centro di protezione civile di rilevanza almeno provinciale è una delle carte che il Comune terrebbe a giocarsi perché la sicurezza rientra ancora tra i settori dove i finanziamenti regionali e ministeriali sono possibili: via lago si pensa potrebbero essere raggiunte in futuro le zone oltre Lecco che resterebbero isolate nel malaugurato caso di altri dissesti ai danni della viabilità principale o della ferrovia da e per Colico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA