Giovedì 03 Ottobre 2013

Lecco, alla scuola pochi aiuti

solo 10 euro ad alunno

L’assessore comunale Francesca Bonacina

I dirigenti chiedono un contributo di 30 euro per ogni alunno delle elementari e medie, il Comune ne elargisce solo 10, un terzo della richiesta. Contributo che è una miseria paragonato alla media provinciale di 50 euro, addirittura il Comune di Bellano versa 65 euro a studente.

«Come dirigenti degli istituti comprensivi della città abbiamo chiesto al Comune un contributo di 30 euro a bambino, che ci sembrava una somma comunque bassa, considerato che la media provinciale è di 50 euro a studente - spiega Renato Cazzaniga dirigente del comprensivo “Lecco 3“ -. Inoltre abbiamo chiesto al Comune di siglare un protocollo d’intesa triennale in cui si assicura il contributo per l’intera validità della convenzione. Questo per avere delle certezze».

Peccato però che il Comune si è detto si disponibile a sottoscrivere un protocollo d’intesa, ma i 30 euro richiesti per ogni alunno sono stati ridotti a 10. Tagliati di un terzo.

L’assessore all’istruzione Francesca Bonacina ha fatto i conti e ha deciso che per ciascun studente ci sono solo 10 euro a disposizione. Ha comunque assicurato una serie di attività teatrali messe a disposizione delle scuole. Attività che a differenza degli anni passati non verranno più acquistate da esterni ma verranno fatte con risorse interne, con le compagnie teatrali che già hanno un contratto con il Comune.

LECCO

© riproduzione riservata