Mega party a Sankt Moritz: sorride l’economia locale
Veduta della località engadinese, il padre dello sposo è considerato l’uomo più ricco di tutta l’India

Mega party a Sankt Moritz: sorride l’economia locale

Sankt Moritz è pronta a un mega party con 850 ospiti indiani. Da sabato a lunedì soggiorneranno nella località engadinese per festeggiare il pre-wedding party di Akash Ambani e Shloka Mehta. Tutto lascia pensare che le spese per allestire la festa non rappresenteranno un particolare problema. Il padre dello sposo, l’imprenditore del settore petrolifero Mukesh Ambani, è infatti considerato l’uomo più ricco di tutta l’India e il diciottesimo del mondo. Secondo varie fonti, ha un patrimonio personale di 44 miliardi di dollari. Il cuore della festa è una grande struttura coperta allestita nei pressi del lago, che in questi giorni i turisti fotografano con curiosità.

Ma questo evento coinvolgerà tutta Sankt Moritz, nel pieno della stagione invernale che sta facendo segnare un trend positivo per l’economia locale e, naturalmente, anche per il lavoro dei frontalieri valtellinesi e valchiavennaschi.

«Tanta gente di Sankt Moritz sta lavorando per preparare questa festa, dagli alberghi fino ai ristoranti e agli esercizi commerciali e siamo molto contenti di questo fatto», sottolinea Fabrizio D’Aloisio, responsabile della comunicazione del Comune. Due anni fa, in occasione di un evento simile, anche se non altrettanto prestigioso, tutto il centro venne contagiato dall’allegria di una comitiva che portò musica, balli e costumi asiatici nelle strade del paese.

«Le località saranno private, perciò non so quanto si vedrà in pubblico, ma sicuramente essendo indiani, qualcosa di diverso si percepirà». Ci saranno molti vip e probabilmente non saranno tutti indiani: parteciperanno anche personalità di rilievo mondiale.

«Questo è proprio nel Dna di Sankt Moritz: ospitare feste e persone creative che si vogliono divertire, da tutto il mondo», prosegue D’Aloisio. Ipotizzando una spesa di alcune decine di migliaia di franchi per ogni partecipante, questa tre giorni potrebbe dare vita a un volume d’affare di più di venti milioni di franchi. «Eventi del genere creano un beneficio sia in termini economici per tutta la popolazione del posto, sia in termini d’immagine se si guarda ai riscontri che abbiamo nei media, in questo caso indiani, ma anche internazionali, e che poi alla fine fanno beneficiare il marchio Sankt Moritz di questo - conclude - . Se possiamo aiutare a organizzare una festa del genere sul nostro territorio, lo facciamo volentieri non solo adesso, ma anche in futuro».n
Stefano Barbusca


© RIPRODUZIONE RISERVATA