L’edilizia cresce   nel segno dell’ecologia
Veronica Airoldi, Alessandro Giuliani, Francesco Molteni, Thomas Mur

L’edilizia cresce

nel segno dell’ecologia

A Lariofiere, presentazione della rassegna che sviluppa ComoCasaClima

Accordo con Ance: via a un percorso di formazione dedicato alle imprese

Costruire bene, vivere bene. Con questo slogan è stata presentata a Blevio, all’Hotel Mandarin Oriental, Klimahouse Lombardia, la principale fiera italiana dedicata al risanamento e all’efficienza energetica. L’evento vero e proprio avrà luogo a Lariofiere dal 4 al 6 ottobre. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, assume una nuova veste raccogliendo l’eredità di ComoCasaClima.

«È un’ottima occasione per il nostro territorio - dice Silvio Oldani, direttore di Lariofiere - ancora una volta riusciamo a ospitare una rassegna di portata internazionale dalle tematiche profondamente attuali. Il confronto con l’ente fieristico Fiera Bolzano è stato proficuo perché è sfociato in una collaborazione che reputo davvero preziosa. Oggi purtroppo è diffusa l’idea che le fiere siano eventi un po’ bistrattati. Si dice che lo strapotere del digitale ormai toglie luce a proposte di incontro più tradizionali. Klimahouse dimostrerà il contrario, anche perché la sua organizzazione è frutto di relazioni umane solide e dialogo con associazioni di categoria, espositori e amministrazioni pubbliche».

È intervenuta, dopo i saluti di Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, il sindaco di Erba, Veronica Airoldi, che ha ribadito: «Per la città di Erba poter ospitare una nuova edizione di Klimahouse è un vanto, ma non solo. Ritengo possa diventare un’opportunità per proseguire con l’attività di sensibilizzazione sul tema ambiente. Non parliamo più di un problema di nicchia, l’esperienza di Greta Thunberg sta insegnando soprattutto ai giovani a essere più attenti al discorso ambientale. Le istituzioni devono fare il possibile per dimostrare una vicinanza attraverso politiche concrete e innovative».

L’ambiente è una risorsa, obiettivo della fiera è far passare il concetto di sostenibilità ai visitatori e agli addetti ai lavori, professionisti, artigiani, costruttori. «Durante la tre giorni - spiega Alessandro Giuliani, presidente di CasaClima Network Lombardia - quelli che noi chiamiamo committenti, cioè le persone che in futuro vorranno acquistare una casa, potranno visitare le diverse esposizioni e avranno modo di dialogare con i progettisti. Il messaggio da condividere è questo: non si costruisce per vendere, ma prima di tutto per fare in modo che l’abitazione sia vivibile. L’individuo deve essere rimesso al centro di qualsiasi progetto. Il resto viene di conseguenza».

Attorno a questo pensiero verrà predisposto un programma di attività, prima, durante e dopo la fiera. Una di queste deriva da un accordo, il primo nel panorama nazionale, stipulato tra Ance Como e l’Associazione CasaClima. L’accordo prevede la partenza di una serie di corsi specifici per i costruttori.

La finalità sarà sensibilizzare sulle problematiche ambientali nelle fasi di progettazione e costruzione: il primo modulo partirà a giugno, il secondo nel prossimo settembre.

«Grazie alla partecipazione a questo percorso di formazione - ha detto Francesco Molteni, presidente di Ance Como - i nostri associati andranno ad acquisire più consapevolezze e avranno poi la possibilità di costruire case con la certificazione CasaClima. Il che significa offrire prodotti ad impatto ambientale vicino allo zero».


© RIPRODUZIONE RISERVATA