«Il piano del Creval è ok, faciliterà le fusioni»
La sede di palazzo Sertoli

«Il piano del Creval è ok, faciliterà le fusioni»

La valutazione, spiega Moody’s, riflette il miglioramento atteso della qualità del credito.

Giudizio positivo, da parte dell’agenzia di rating Moody’s, al piano industriale del Credito Valtellinese presentato la settimana scorsa a Milano al Palazzo delle Stelline, considerato «positivo» per il merito di credito dell’istituto sondriese.

La valutazione, si legge in una nota della banca, riflette il miglioramento atteso della qualità del credito, con la previsione di un calo dei crediti deteriorati da 1,9 miliardi a 1,1 miliardi di euro e una riduzione dell’npe ratio lordo dall’11,4% al 6,5% a fine 2023. Moody’s mette inoltre in evidenza l’obiettivo, in controtendenza rispetto al sistema, di dimezzare l’ammontare del portafoglio titoli 7,9 a 4 miliardi di euro, in particolare con riferimento ai titoli di Stato.

L’agenzia americana indica altresì che le azioni del piano, con il quale Creval intende anche mantenere una buona posizione di capitale e ritornare a pagare dividendi, potranno facilitare una futura aggregazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA